21dic 2021
Sushi per le feste! Chef Hiro e Norwegian Seafood Council
Il Salmone Norvegese impera sulle tavole di Natale

Mancano pochi giorni al Natale, periodo tradizionale per gli Italiani con un importante consumo di Salmone. Ma perché non stupire i vostri commensali con una declinazione inusuale per le feste, ma amatissima da giovani e non solo? Il sushi! Chef Hiro (1), al secolo Hirohiko Shoda, ambasciatore della cucina giapponese nel nostro Paese, molto noto in radio, tv e sui social per la sua simpatia, ha pensato, in collaborazione con Norwegian Seafood Council un menu sushi home made a base dell’eccellente salmone proveniente dalla Norvegia. Attraverso uno showcooking tenutosi pochi giorni fa, lo Chef ha preparato sushi, sashimi, nigiri, uramaki, chirashi (2 - 3 - 4) che ci hanno deliziato e fatto scoprire la bontà di questo salmone. Gunvar L. Wie, direttore in Italia di Norwegian Seafood Council afferma che - “il salmone Atlantico norvegese è diventato una star globale grazie al binomio con il sushi realizzato dai maestri giapponesi che per primi intuirono la combinazione ideale di questo prodotto di alta gamma con la loro cucina tradizionale rendendo la Norvegia il più grande esportatore di salmone Atlantico al mondo”. Perfetto per un aperitivo o un antipasto sano ma gustoso, facile da preparare in ogni occasione, grazie alle ricette di Chef Hiro diventerà un “gioco da ragazzi“ eseguire, anche con pochi ingredienti, un sushi di grande bontà e soddisfazione. Un’idea originale ma che non mancherà di piacere a tutti i vostri commensali. Da provare! 

E se ambite a seguire i suggerimenti di Chef Hiro per degli Uramaki a regola d’arte, ecco la sua ricetta da seguire passo per passo…

 

URAMAKI

Questo tipo di sushi nasce nel 1963 in America, nella Little Tokyo di Los Angeles. All’epoca gli occidentali non apprezzavano molto il rivestimento di alga nori scuro all’esterno, per cui la comunità giapponese introdusse una versione di rotolo di sushi lavorato “al contrario” in cui l’alga rimaneva all’interno e il riso bianco all’esterno.

INGREDIENTI

Per l’uramaki

4 gamberoni

1 foglio di alga nori

200 g di sumeshi

qb wasabi grattugiato

60 g di filetto di tonno fresco

1/4 cetriolo

200 g di filetto di salmone norvegese

Per la finitura 

40 g di uova di salmone

qb salsa di soia

 

PREPARAZIONE:

Eliminare l'intestino dei gamberoni e inserire uno stecco verticalmente dalla testa alla coda.

In una pentola, cuocerli per 5 minuti in acqua bollente salata.

Lasciar raffreddare a temperatura ambiente.

Togliere lo stecco e sgusciare.

Tagliare il foglio di alga nori a metà.

Tagliare il filetto di tonno fresco e il cetriolo a forma di bastoncino di 8 mm di diametro e di circa 20 cm di lunghezza.

Posizionare l'alga nori sul tappeto di bambù rivestito di pellicola e stendere 100 g di sumeshi.

Capovolgere il tappeto di bambù in modo che il sumeshi sia posizionato sotto.

Strisciare una leggera quantità di wasabi e allineare tutti gli ingredienti al centro dell'alga nori.

Arrotolare con l'aiuto del tappeto di bambù.

Eliminare la pelle del filetto di salmone e tagliare a fette di 2 mm.

Adagiare le fette di salmone sul rotolo e modellare con l'aiuto del tappeto di bambù.

Rivestire il rotolo ottenuto con della pellicola trasparente da cucina per favorire il taglio.

Tagliare in 8 fette ed eliminare la pellicola.

In un piatto da portata, servire l'uramaki.

Completare con le uova di salmone e accompagnare con una ciotolina di salsa di soia.

 

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Estate. Calda. Ma anche estate meno blindata rispetto alle edizioni precedenti nonostante il Covid sia sempre tra di noi: circola, in agguato pronto a coglierci con un raffreddore o qualche linea di febbre quando crediamo di “averla scampata”. Quindi, tutti in vacanza ma tenendo la guardia sufficientemente alta (1). Ed ecco alcuni “paletti”, alias parole d’ordine, che ci sentiamo di consigliare tra un bagno e una passeggiata con gli amici. In questa ripresa ardua e faticosa ricordiamoci quanto sia bello il nostro gr...