07feb 2022
Milano - El Porteno Prohibido: cucina argentina e spettacolo
Un’idea originale per festeggiare San Valentino

La voglia di uscire e fare cose nuove, ora che la pandemia sta lentamente lasciando le nostre vite, è diventata un must. El Porteno Prohibido a Milano in via Macedonio Melloni 9 permette di vivere una esperienza unica ed indimenticabile: cenare in un autentico ristorante argentino, ammirando uno spettacolo di tango (1 - 2) come se foste a Buenos Aires. Gli imprenditori Fabio Acampora e i fratelli argentini Alejandro e Sebastian Bernardez hanno creato una vera e propria Casa de Tango dove, dal mercoledì alla domenica di ogni settimana, in totale sicurezza, sarà possibile assistere ad uno show di questa suggestiva danza firmato dal celebre Miguel Angel Zotto, coreografo e ballerino tra i più famosi e riconosciuti al mondo, oppure godere del visual dinner show “Malabres” con performance musicali ed evoluzioni acrobatiche di forte impatto emotivo. Mercoledì e giovedì lo spettacolo Chau No Va Mas, ispirato all’omonimo tango dei fratelli Exposito, prevede un’intensa selezione di tanghi cantati (3), come il celebre Libertango di Astor Piazzolla sia in versione classica che nella cover di Grace Jones ed altri evergreen come la Roxanne tratta da Moulin Rouge sino a Don’t Cry For Me Argentina del musical Evita. Venerdì sabato e domenica Malabres un visual show che fonde danza, acrobazia, musica, giochi di luci, video art in una esperienza assolutamente unica nella nightlife milanese. Il locale, tra i più eleganti in città, permette di fare un aperitivo tra cocktail internazionali e signature, unendo gusti italiani ad un tocco argentino assolutamente inedito, come nel Negroni, preparato con un gin nel cui infuso tra le botaniche classiche spicca anche l’erba mate, bevanda nazionale per gli argentini. Tutto assolutamente impeccabile e che farà la felicità degli appassionati di mixology. L’offerta gastronomica non è da meno. Gli antipasti contemplano le classiche empanadas con vari ripieni, la lingua a la vinagreta e delle eccellenti animelle saltate. Diversi i tagli di carne, teneri e saporiti cucinati alla parrilla, la brace (4). Dal Vacio (taglio laterale del sottopancia), all’Asado de Tira (costine di vitello), dal Bife de Chorizo (controfiletto di manzo), alla Entrana, il muscolo del diaframma, taglio estremamente saporito e morbido, sino al Gran Lomo (filetto di manzo), il galletto intero alla griglia e le salamelle di maiale (chorizo). Ma la proposta della cucina non si ferma qui. Alcune intriganti rivisitazioni, come le tartare, il sashimi (5) porteno (filetto di fassona marinato con soia, arancia e segnale di Dijon in grani), il sashimi gazpacho (filetto di fassona, gazpacho, mousse al coriandolo, taccole, ravanelli semi di sesamo nero e sale di Maldon in fiocchi). Non mancano le proposte vegetariane come le empanadas di verdura, la Boleadora Verde, crespelle di asparagi e l’Arco Iris, a base di spinaci, barbabietola e ricotta salata. Tra i dessert irrinunciabile il Dulce de Leche (6), ma anche torte, panqueques e mousse. Una mirabile cantina che vanta straordinari vini argentini come il Malbec e il Torrontes insieme a Bianchi, spumanti e champagne di prestigio rende l’esperienza gastronomica ancor più interessante. Un modo nuovo di passare la serata, anche per tutti gli innamorati, perché lunedì 14 febbraio El Porteno Prohibido sarà eccezionalmente aperto con uno speciale cocktail di benvenuto, rose rosse in omaggio per le dame e, per rendere la cena ancora più appassionata, uno spettacolo di tango. Cosa aspettate a prenotare?

 

Altre info:

 

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...