06ott 2015
Food and Wine in Progress
Gli chef invadono firenze

Dall’8 al 10 novembre alla Stazione Leopolda di Firenze, oltre mille cuochi e centinaia di appuntamenti in occasione dell'evento Food and Wine in Progress.

Promosso dalla Federazione italiana cuochi (Fic) e dall’Unione regionale cuochi toscani (Urct), con la preziosa partnership dell’Associazione italiana sommelier Toscana, Cocktail in the world e Mercato Centrale di Firenze, quest'appuntamento enogastronomico magistrale per la prima volta raccoglierà oltre 5 mila visitatori, 1.500 cuochi, tra i quali oltre venti stellati, 150 aziende vitivinicole e altrettante legate ai settori del beverage e del food.

Oltre 30 ore di cooking show con i migliori cuochi italiani, circa 200 sommelier Ais e ancora dibattiti, convegni e approfondimenti.

Alcuni dei big dell'alta cucina presenti alla manifestazione? Claudio Sadler, Filippo La Mantia, gli chef Trovato ed inoltre Brunel (Lungarno - Ferragamo) ma molti altri ancora stupiranno i visitatori nell'area appositamente dedicata alla presentazione dei loro piatti, dalle 10 alle 19.

Oltre ai numerosi convegni, non mancheranno appuntamenti promossi dalla Federazione italiana cuochi, presentazioni di libri e incontri monotematici sul futuro del settore. L’Ais organizzerà nel proprio padiglione degustazioni tematiche, dei “wine tour” alla scoperta delle grandi denominazioni toscane. Inoltre, presentazioni di progetti e incontri con i produttori per conoscere gioielli dell’agroalimentare italiano e toscano.

Il programma dettagliato degli eventi potrà essere consultato sul sito www.foodandwineinprogress.it o collegandosi al sito del Congresso su www.fic.it

Sulla app “Cuoco 3.0.” scaricabile per tutti gli smarphone all’url http://evapp.net/201 sarà possibile seguire in diretta e informarsi sul congresso della Federazione italiana cuochi.

1

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Si sgranocchia, si assaggia (1), ci si abbraccia, si ride, si affetta, si sbuccia, si piange per le cipolle (solo per quelle?), si improvvisano prodezze culinarie (2), si “ruba” un calice di rosso prima che il pranzo (3) abbia inizio, si adagia il panettone sul piatto di portata, la salsiera d’argento? e, finalmente, si ode “a tavola!”, un eco, non solo profumato, che si diffonde in tutta la casa e accarezza gli animi (e la gola) dei commensali che, lesti, trovano posto al convivio solenne (4).   Lo avete capito, spaccati di vita...