15set 2016
MAREMMA: la vera toscana tra vino e resort
con i butteri dal cinghiale al cavallo

Parafrasando un vecchio adagio toscano, diciamo "Maremma...beata" per ricordare ironicamente la straordinaria rinascita di un territorio (1) passato dalle origini ormai lontane che ci parla di reclusi e malaria, allo splendore dei nostri giorni. Un territorio magnifico, selvaggio - eppur dietro l'angolo - che vale la pena visitare: la nostra Camargue. Ma forse ancora più affascinante.

Luogo privilegiato della natura e dei silenzi, e anche di mille altre prerogative, come la Locanda Terenzi (2), giovane realtà nel cuore dell'entroterra grossetano dallo charme impareggiabile. Ce ne parla BalbinoTerenzi, proprietario del resort insieme ai suoi fratelli (3- nella foto primo da sinistra).

Butteri per un giorno: quali sensazioni si provano a cavalcare in Maremma?

Cavalcare in Maremma (4) è un’esperienza da vivere, più che da raccontare… significa assaporare ogni istante, ogni suono, ogni colore e profumo di questa terra. Il tempo scandito dagli zoccoli dei cavalli, le cicale come colonna sonora, il profumo balsamico della pineta che si mescola a quello salmastro del mare… è come entrare in un quadro e diventarne parte, guidati dalla luce del sole che si riflette sulle dune di sabbia. Una sensazione inebriante, in cui il cavallo diventa la guida e il compagno di un’avventura fantastica.

La struttura si presta ad altre emozioni culinari ed enologiche. Ce ne può parlare?

Abbiamo voluto dare un’impronta forte anche agli spazi dedicati alla degustazione. Con i suoi divani, il caminetto ed i mobili rigorosamente d’epoca, la sala rievoca il locale tipico toscano (5). Una location informale ed accogliente, con una graziosa veranda che guarda i vigneti dove è possibile degustare i vini, tra cui ovviamente il Morellino di Scansano (6), accompagnandoli a piatti semplici del territorio (7). Non un ristorante, ma uno spazio dedicato ai nostri clienti che desiderano assaggiare un calice di vino insieme ai sapori tradizionali del luogo. Per questo la nostra cucina, aperta solo a pranzo, si ispira alla tradizione, proponendo piatti tipici della cucina maremmana quali tortelli, pappardelle al ragù di cinghiale, affettati e salumi locali, bruschetta con olio di nostra produzione. Un’ampia esposizione ci permette inoltre di far scoprire ai visitatori tutte le etichette e poter degustare vini, olio extra vergine di oliva e grappa di Morellino.

Su quali suggestioni naturalistiche, quali curiosità puntate per attrarre i vostri clienti?

La Maremma è uno scrigno che offre al viaggiatore tante anime diverse e complementari fra loro. Chi ama la storia, ad esempio, potrà scegliere di percorrere le tracce delle tante civiltà che si sono succedute in queste zone, lanciandosi alla scoperta di piccoli gioielli come le cittadine di Sovana, Sorana e Pitigliano, dove, alla bellezza dei borghi medioevali e alle viste panoramiche mozzafiato, si sommano i numerosi reperti etruschi, dalle necropoli alle bellissime vie cave. Spostandosi verso la costa attendono invece i siti archeologici romani di Cosa e Ansedonia e cittadine come Massa Marittima, con la sua bella cattedrale del XXII, la suggestiva Capalbio e la vivace Grosseto.

Se la zona è di mirabile interesse storico, non mancano nemmeno gli spunti per chi ama la natura, come i numerosi itinerari del Parco naturale dell’Uccellina, l’Oasi WWF del lago di Burano e l’Oasi di Diaccia Botrona. Dalle belle spiagge protette di Alberese e Talamone, si passa velocemente al paesaggio della foce del fiume Ombrone, zona interessante per il birdwatching, essendo tappa di molti uccelli migratori e, ovviamente, per la presenza dei Butteri, i mandriani maremmani. Per chi volesse spostarsi più a sud, a due passi è poi l’Argentario che con le sue lunghe spiagge di sabbia porta fino a Orbetello e a Porto Ercole, da cui partono i traghetti per l’isola del Giglio e di Giannutri. La zona non delude neanche gli amanti della montagna, che possono scoprire i pendii del Monte Amiata, ricoperti da boschi di faggi, abeti, castagni, che d’estate che invitano alle passeggiate, mentre d’inverno si trasformano in piste da sci.

Per una vacanza all’insegna del relax, si può invece lasciarsi coccolare dalle terme naturali di cui è ricca la zona, dalla più famosa Saturnia alla meno conosciuta ma altrettanto suggestiva Petriolo, senza dimenticare le Terme dell’Osa, più vicine alla costa.

Oltre all’equitazione, gli sportivi che non si accontentano del trekking possono provare l’emozione del kitesurfing nei centri di Talamone e Fiumara o scoprire i numerosi percorsi ciclistici che si snodano nella Maremma. Se il Parco dell’uccellina offre una pista di 8 km, lungo la quale si ha la possibilità di imbattersi in daini, cinghiali e varie specie di uccelli, anche il Tombolo della Feniglia può essere percorso in bicicletta, inoltrandosi nella sua pineta e ammirando da un lato le spiagge, dall’altra la laguna. I saliscendi della Maremma sono inoltre il palcoscenico ideale per i motociclisti che amano guidare cullandosi sulle curve che disegnano il paesaggio, lasciando scorrere al proprio fianco i caldi colori di questa terra.

Da non dimenticare che la zona è uno dei paradisi del golf in Toscana, poiché raccoglie numerosi e qualificati golf club, in cui al piacere del gioco si abbina l’eleganza e l’esclusività dell’ambiente (Toscana Golf Club, Terme di Saturnia Golf Club, Punta Ala Golf Club, Argentario Golf Club, Maremmello Golf Club, Maremma Golf Club).

La Maremma è una regione bellissima eppure non troppo conosciuta: trasmette un’immagine selvaggia e di sofferenza: possiamo dire che esiste un viaggiatore particolarmente adatto a queste lande?

Questa in realtà è una terra che si offre a tutti, solo apparentemente riservata a viaggiatori “adatti”. È anzitutto un luogo dove riassaporare lo scorrere del tempo, il senso dell’ospitalità, i sapori autentici, la bellezza della natura. Non una terra selvaggia, dunque, ma una terra che ha saputo preservare la propria identità, a tutto tondo. È grazie a ciò se oggi il visitatore può vivere tante esperienze diverse: lo sport, la cultura, il relax... senza scordare il vino e la cucina tipica, che fanno parte della natura stessa della Maremma.

È per questo che noi di Cantina Terenzi, anche attraverso la nostra pagina web (www.terenzi.eu), siamo sempre a disposizione per suggerire itinerari turistici che comprendano le molte opportunità della zona, mettendo in contatto i viaggiatori desiderosi di regalarsi una viaggio tra cultura, sport, enogastronomia e paesaggi mozzafiato, come solo la Maremma sa offrire, con chi propone attività e percorsi dedicati.

Indirizzo : Localita' Montedonico, 58054 Scansano GR, Italia
Telefono : 0564599601

1

2

3

4

5

6

7

Photo Credits

Photo 4 : Terre Regionali Toscane

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Si sgranocchia, si assaggia (1), ci si abbraccia, si ride, si affetta, si sbuccia, si piange per le cipolle (solo per quelle?), si improvvisano prodezze culinarie (2), si “ruba” un calice di rosso prima che il pranzo (3) abbia inizio, si adagia il panettone sul piatto di portata, la salsiera d’argento? e, finalmente, si ode “a tavola!”, un eco, non solo profumato, che si diffonde in tutta la casa e accarezza gli animi (e la gola) dei commensali che, lesti, trovano posto al convivio solenne (4).   Lo avete capito, spaccati di vita...