17feb 2016
EaTALY firenze
rivoluzione di look, tavole e calici

New look e non solo per Eataly Firenze (1) che, a 3 anni dall'apertura, rinnova i suoi locali senza mai chiudere al pubblico.

Dal 1° marzo, infatti, una vera rivoluzione negli spazi al primo piano (2): proposte nuove come il progetto che vede, ogni mese un'osteria diversa cucinare le sue specialità in virtù della ricca biodiversità italiana e delle tradizioni enogastronomiche che caratterizzano il nostro Paese. Ogni volta un viaggio gastronomico differente dal precedente: assaggiando le ricette proposte dai migliori osti d'Italia e degustando in abbinamento ottimi vini - più di 600 le etichette dell’enoteca di Eataly, - potremo spaziare, complici i sensi, dalla Sicilia al Trentino.

Dal 1° marzo protagonista per 31 giorni, sempre al primo piano, sarà il ristorante Zenzero di Serra San Bruno, provincia di Vibo Valentia, che proporrà per un mese i sapori, i colori e gli odori della Calabria. Ad aprile il testimone passerà al ristorante di cucina tipica laziale Cacciani, di Frascati (Rm), a maggio alla siciliana Fattoria delle Torri di Modica (Rg), a giugno agli amici della trattoria Da Burde e via dicendo, di osteria in osteria, girando l’Italia all’insegna del piacere della buona tavola.

Ma non è tutto. Il Bar Illy amplia il proprio layout, proponendo, ogni giorno dalle 7.30 alle 22.30, le sue specialità per la colazione, ma anche per il pranzo, la merenda pomeridiana, gli aperitivi, la cena e oltre.

Ampio spazio, infine, sarà dedicato ai corsi e alle degustazioni che arricchiscono il programma di eventi di Eataly Firenze: molti gli appuntamenti gratuiti per degustare e scoprire le grandi eccellenze italiane, e, poiché Firenze è tra le città più internazionali d'Italia, non mancheranno i nuovi corsi pensati per gli studenti stranieri (3), in collaborazione con alcune delle più prestigiose università straniere con sede a Firenze.

Il calendario eventi completo sarà presto pubblicato su ww.eataly.it

1

2

3

Photo Credits

Photo 1 : Serena Bascone
Photo 2 : Serena Bascone
Photo 3 : Serena Bascone

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Si sgranocchia, si assaggia (1), ci si abbraccia, si ride, si affetta, si sbuccia, si piange per le cipolle (solo per quelle?), si improvvisano prodezze culinarie (2), si “ruba” un calice di rosso prima che il pranzo (3) abbia inizio, si adagia il panettone sul piatto di portata, la salsiera d’argento? e, finalmente, si ode “a tavola!”, un eco, non solo profumato, che si diffonde in tutta la casa e accarezza gli animi (e la gola) dei commensali che, lesti, trovano posto al convivio solenne (4).   Lo avete capito, spaccati di vita...