21set 2021
Woman Power: Samantha Emme una vita seguendo la musa del canto
Raffinata interprete del genere Lounge

La nostra nuova ospite nel format Woman Power che ci aiuta a scoprire gli immensi talenti delle donne è Samantha Emme (1), cantante (2) capace di esprimere al meglio quell’intrigante genere che va sotto al nome di Lounge Music. Sin da giovanissima, figlia d’arte grazie al nonno materno, pianista ed accompagnatore di cantanti lirici, inizia a studiare musica gospel facendosi conoscere nel circuito dei locali di Reggio Emilia, ottenendo da subito un notevole successo. Nel 2009 ha partecipato alle selezioni di X Factor e l’anno successivo collabora col musicista Povia. Dopo aver studiato canto jazz con importanti cantanti d’oltre oceano, nel 2016 partecipa al corso del grande duo americano Tuck and Patti spesso ascoltati al locale Blue Note di Milano uno dei templi della musica di improvvisazione. Riesce così a crearsi uno stile personale di grande raffinatezza (3) apprezzato a livello nazionale. Lasciamoci trascinare dal suo swing mentre ascoltiamo le sue risposte.  

 

Professione Cantante/Cantautrice, quando ha capito che era questa la sua “strada”?

Canto da quando ero veramente piccola: il nonno materno pianista e accompagnatore di cantanti lirici, la nonna paterna si esibiva negli anni ’60 a concorsi canori e ho sentito fin da subito che la musica mi regalava emozioni uniche… ma non avrei mai pensato diventasse una professione. Sognavo come sognano molti bambini e ragazzini ma se devo proprio raccontare il momento in cui ho avuto la folgorazione che mi ha spinta a farne una professione è stato una decina di anni fa al Mouling Rouge di Parigi quando ad accogliere la sala gremita di gente c’era una cantante, in abito lungo, che insieme alla sua band intratteneva senza invadere l’ambiente ma anzi creava una sonorità talmente piacevole che anche durante la cena ho pensato sarebbe stata perfetta. Quello per me è stato il momento in cui mi sono detta: voglio proprio fare quello. Poi con impegno, costanza e determinazione ho lavorato affinché diventasse una professione.

Ci parli in breve della sua attività in questo momento: criticità e punti di forza…

Questo è un lavoro davvero gratificante, che fa viaggiare, che ci mette in contatto e comunicazione con clienti molto diversi tra loro e per me i clienti sono i ristoratori, albergatori, teatri e ovviamente i loro ospiti.. Ci possono essere momenti in cui si lavora tutte le sere altri momenti dove per avere l’evento giusto bisogna anche aspettare  1 mese quindi sicuramente l’incertezza è una criticità.. In più mi confronto con un settore dove siamo davvero in tanti e far capire al cliente la differenza di un servizio, le tempistiche di messa in atto, la preparazione, la giusta collocazione, la differenza tra un genere non è sempre facile.. In questo particolare momento dovuto alla situazione COVID-19 ho avuto modo di conoscere molti produttori e musicisti on-line con i quali ho fatto diverse collaborazioni da casa. Ho creato il mio piccolo studio di registrazione in casa dal quale ho potuto continuare a registrare la voce e a portare avanti quantomeno la mia discografia. Inoltre mi piace pensare che in questo settore non mi devo mostrare una persona diversa da quella che sono perchè sono le emozioni che fanno da padrona se voglio essere triste posso esserlo, se voglio scrivere quello che sento lo posso fare senza vincoli e questo è un gran punto di forza il poter decidere quello che si vuole a maggior ragione per il fatto che sono un’artista indipendente ovvero non ho vincoli discografici. 

In quanto donne, il percorso per far valere i proprio obiettivi non è sempre in discesa, un lato del suo carattere che l'ha particolarmente sostenuta per arrivare dove è oggi?

Direi che sono ambiziosa magari impiego del tempo a maturare delle scelte ma cerco sempre di portarle a termine. Mi ritengo anche una ragazza molto curiosa ed esigente e mi piace osservare chi ce l’ha fatta così come anche chi muove i primi passi in questo settore. Dagli altri si può imparare molto e mi metto in discussione sempre e se sbaglio mi serve per imparare e cambiare direzione. Oltre all’ambizione e alla curiosità sono spinta da una forte passione e amore per questo lavoro.. credo che in tutti i lavori si dovrebbe avere amore, passione e diligenza ma se dovesse mancare nel campo artistico beh credo che sia il momento di cambiare mestiere.. Non sono un’artista pura nel senso che mi occupo anche della parte commerciale, gestionale e manageriale mettendo a frutto quello che ho imparato nei miei avori precedenti.

Le donne che fanno squadra hanno una marcia in più?

Credo molto nella sinergia femminile, credo che la sensibilità che ci contraddistingue possa portare davvero ottimi risultati ma purtroppo l’essere donna porta spesso a invidie e gelosie e a non maturare un vero e proprio lavoro di squadra.. ma sono una romantica e sono sempre alla ricerca di quella sinergia a maggior ragione adesso che sto cercando di avviare un progetto tutto al femminile (di cui ancora non svelo niente) quindi questa domanda bisognerebbe rifarmela tra un paio di anni…

Piaga del femminicidio, cosa si sente di dire alle donne e non solo affinché questo orrore abbia fine una volta per tutte?

Credo che spetti anche e noi donne distruggere questo orrore… Siamo noi che non dovremmo accettare mai certi comportamenti, siamo noi che ci dobbiamo allontanare da persone sbagliate, siamo noi che dovremmo far sì che questi uomini restino da soli e non alimentare i loro disagi pensando di “guarirli” o di “cambiarli” perchè spinte dal nostro senso materno. Dobbiamo prendere consapevolezza che queste persone sono malate ed è qui si che bisognerebbe fare squadra tra donne e amiche non cercando di far finta di niente … aiutarsi a far sì che queste tragedie finiscano.

La prima cosa che farà, non appena l'emergenza Covid sarà un (brutto) ricordo?

La prima cosa che farò è avere il piacere di riabbracciare le persone che non vedo da tanto e che per la paura del contagio non ho avuto modo di abbracciare. Vorrò sicuramente fare un bel viaggio all’estero per poter rientrare arricchita in modo da poter mettere tutto in parole e canzoni ed emozioni che in questo anno sono un po’ andate perse..

 

[1] https://www.facebook.com/samanthaemmeofficial

[2] https://www.instagram.com/samanthaemmeofficial/

[3] https://itunes.apple.com/it/album/il-canto-e-la-voce-dellanima-ep/1309716512

[4] https://open.spotify.com/artist/43Mqihks9DEzJb8OLuh8jX?si=g0nK0Qj-SUaq4BYvVxFwUQ 

 

 

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

I colori cambiano e virano a toni come il bronzo, il giallo, l’arancio, accompagnando le giornate che si adombrano e si accorciano (1). Boschi e foreste si vestono di rosso e d’oro: è il loro momento di gloria regale. Benvenuto Autunno. Ritorna la voglia di intimità, di godere dei primi fuochi del caminetto accesso, di accoccolarsi sul divano e leggere un buon libro (o scorrere le pagine di Foodmoodmag). Ecco puntuale il desiderio di guardarci dentro (2), di captare l’essenziale, di dare valore ai dettagli, all’osservazione, mentre il tempo accelera la sua...