25apr 2021
Veroni Salumi: top in vaschetta
L'universo degli affettati in tavola

Gusto e inconfondibile prelibatezza sono racchiusi in una fetta. Stiamo parlando del versatile e delizioso mondo degli affettati di qualità e in particolare di quelli a marchio Veroni Salumi, big player del settore in quel di Correggio che dal lontano 1952 tramanda l’arte dei salumi, secondo tradizione, artigianalità e ricette di una volta. Un vero piacere per la tavola che ancora oggi è alla base della produzione timonata dalla quarta generazione che, fedele ai criteri artigianali, si avvale di tecnologie avanzate per mortadelle, prosciutti crudi e cotti, coppe, culatelli, pancette e salami che invitano a essere consumati più spesso che mai. Eccellenze da interpretare in sofisticate soluzioni gastronomiche come le Tagliatelle di farro al ragù di culatello, scalogno e limone (vedi ricetta in basso) o semplicemente in formule ready to eat per farcire toast o panini magari in occasione di un pic nic fuori porta, si spera presto.

Ed ecco la linea “Gli Affettati Nature” (1) che contempla ben quattordici referenze nei formati da 70 e 110 grammi. Dalla mortadella al prosciutto cotto, al prosciutto crudo e una selezione di salami come il Milano e la spianata romana, oltre a specialità regionali come lo speck delle Alpi. Protagonista indiscussa è sua maestà la mortadella (2), che nasce da cottura lenta in stufa di pietra. Da carne 100% italiana a filiera garantita, buonissima e delicata è un gradevole tripudio di "free from": senza glutine, senza lattosio e derivati del latte, senza glutammato, senza polifosfati aggiunti. Come anche per le altre referenze a vaschetta (3), non c'è dubbio che il cliente sia al centro: l'informativa sul pack dal design pulito, è infatti chiara ed esaustiva, che si tratti della "lettura" sul fronte della confezione o del QR Code da scansionare sul retro, per un viaggio più approfondito di prodotto. Un'altra nota di merito all’imballaggio della linea “Gli Affettati Nature” è la riduzione del 75% della plastica utilizzata (4) rispetto alle tradizionali vaschette. La nuova confezione, infatti, è composta da un film superiore, trasparente e barrierato, che può essere smaltito nella plastica e una base in carta termoformata da gettare nella raccolta della carta. Un impegno e un'attenzione per nulla banali in un'epoca dove la plastica ci sommerge ogni giorno di più... 

“Le scelte dei consumatori nei supermercati e nei negozi al dettaglio stanno diventando sempre più consapevoli e sostenibili”, commenta Emanuela Bigi, responsabile marketing Veroni. “Si guarda da un lato alla qualità del prodotto, alla sua origine e valori nutrizionali, dall’altro alla sua impronta ambientale".

Che dire... far prodotti genuini richiede indiscussa professionalità e soprattutto amore per il proprio lavoro. Plus che qualora ci sono, si sentono in punta di forchetta.

 

“Gli Affettati Nature” e altre referenze dell'azienda dell'Emilia-Romagna sono distribuiti, da nord a sud, in diverse insegne della GDO o si possono acquistare direttamente dall’e-commerce del brand QUI.

 

Tagliatelle di farro al ragù di culatello, scalogno e limone (5)

Ingredienti per quattro persone:

•400 g di tagliatelle di farro 

•200 g di culatello

•1 scalogno 

•1/2 bicchiere di latte caldo

•1/2 bicchiere circa di passata di pomodoro

•q.b. di burro

•Pepe

•Parmigiano Reggiano grattugiato 

•Scorza di limone grattugiata a piacere

 

Procedimento 

Tagliate a julienne il culatello e mettetelo da parte. Lavate e tritate finemente lo scalogno, trasferitelo in una casseruola e lasciatelo soffriggere a fuoco dolce insieme a una noce di burro. 

Aggiungete il culatello tagliato in precedenza e cucinatelo a fuoco basso fino a quando il grasso inizierà a fondere. Alzate la fiamma e fatelo rosolare per qualche istante, quindi aggiungete il latte caldo, poco alla volta, facendolo assorbire e mescolando con un cucchiaio di legno di tanto in tanto. 

Unite la passata di pomodoro e pepate. Fate cuocere a fiamma dolce, con il coperchio, per circa 15 minuti o comunque fino a quando il pomodoro si sarà per buona parte asciugato.

Nel frattempo, cuocete le tagliatelle in abbondante acqua salata. Scolatele e trasferitele in una ciotola molto ampia. Mescolatele delicatamente insieme al burro a fiocchetti e un mestolo di acqua di cottura. Aggiungete il ragù caldo, conservandone da parte un po’ da mettere sopra ad ogni porzione e mescolate. 

Presentazione 

Trasferite le tagliatelle nei piatti di portata, aggiungete il ragù rimanente e servite con del Parmigiano Reggiano grattugiato a piacere e scorza di limone.

 

Altre info:

 

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...