17lug 2021
Toscana - Ritorna “A Tavola sulla Spiaggia”
La gara gourmet che rilancia il settore

29 anni e non sentirli quelli dell’evento che concilia food e glamour in Versilia. Stiamo parlando di “A tavola sulla spiaggiagara gastronomica “stellata” (1) che andrà in  scena rispettivamente il 28 luglio in Capannina per poi riproporsi il giorno successivo per la premiazione finale nella stessa storica location di Forte dei Marmi (Lu).

“Era il 1993 quando debuttava il format” - racconta Gianni Mercatali (2) ideatore e organizzatore della kermesse gourmet - “non esistevano all’epoca bar o ristoranti ai bagni delle spiagge. Al massimo c’era una ghiacciaia per la gazzosa. Poi, negli anni ’80, con l’amico Ugo Tognazzi, iniziammo a inscenare delle gare da tenda a tenda su vari piatti della tradizione italiana. Da qui l’idea di A tavola sulla spiaggia”.

“Da quando Gianni Mercatali mi propose la realizzazione di una manifestazione che era un’autentica novità" - afferma Gherardo Guidi patron della Capannina di Franceschi - "Capii subito l’originalità e la bontà del suo progetto, tra l’altro in un momento in cui il tema della cucina non era così popolare come adesso tra il pubblico e tra i mezzi d’informazione. Ho avuto ragione a credere in questa idea che grazie a un’ottima organizzazione negli anni è diventata un vero e proprio format, consolidandosi e ottenendo il successo che merita”. 

Ma vediamo alcune delle novità dell’edizione di quest’anno come sempre presentata dalla giornalista enogastronomica Annamaria Tossani (3)…

In primis, la manifestazione che sarà a porte chiuse, è anticipata di un mese per della situazione sanitaria ancora troppo incerta.

15 le stelle Michela in giuria (la scorsa edizione erano 13). 

Fra i concorrenti, due i nomi che si possono già svelare: Luca Calvani (4), non solo celeberrimo attore apprezzato da Ozpetek ma anche grande appassionato di cucina, che presenterà una panzanella croccante e Johnny Charlton (5), un tempo cantante dei The Rokes e oggi apprezzato pittore che vive in Toscana. Di lui si scoprirà un dolce.

Gastronomicamente torna il tema del recupero, della cucina del riciclo, della sublime arte di preparare pietanze buone e salutari senza buttar via niente. Tanto che anche quest’anno gli organizzatori hanno invitato tutti i partner a donare propri prodotti al Banco Alimentare della Toscana. Portate green protagoniste, tra ortaggi, legumi, verdure etc, anche se non mancheranno carne e pesce. Per la ristorazione dalla Maremma sfileranno Alessandro Rossi (6) del ristorante Gabbiano 3.0 una stella Michelin, da Lucca Cristiano Tomei ristorante L’Imbuto una stella Michelin, probabilmente Gennaro Esposito del ristorante La Torre del Saracino a Vico Equense due stelle Michelin. Presente l’ormai fedele Gianfranco Vissani e, per la prima volta, un pizzaiolo: Romualdo Rizzuti dalle sue “Follie di Romualdo” di Firenze.

Che vinca il migliore...

 

Altre info:

 

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...