05gen 2022
Tea time? Con dei Bucatini all’Amatriciana è meglio…
“Cacio pepe e kombucha”, il ricettario che stravolge le (solite) regole

Fatta salva la perplessità iniziale, una sana curiosità invita ad andare oltre le proprie rigidità e approfondire una tematica a dir poco inconsueta. Questo è normalmente ciò che succede quando ci si ritrovi a sfogliare l’ultimo nato della casa editrice Il ForchettiereCacio pepe e kombucha” di Gabriele Bianchi (1 - 2), già miglior cameriere d'Italia under 30, volto televisivo ed esperto nell'uso di tè e tisane nell'alta cucina.

Un libro (3) che mancava nel vasto panorama di ricettari e dintorni, certamente innovativo e molto stimolante ai fornelli cui va anche dato merito per lungimiranza e conoscenza all’editore Marco Gemelli. Dall'Amatriciana al Tiramisù, passando per il Ragù o il Coniglio fritto, il volume riccamente illustrato da Alfredo del Bene, contempla 10 classici della cucina italiana abbinati a tè, tisane e infusi (4) tutti studiati, pensati e sperimentati nel tempo dall’autore avvezzo già da giovanissimo a quest’universo liquido normalmente poco incline ad accompagnare le classiche prelibatezze della cucina italiana. “Il mondo del tè e delle infusioni è una passione che nasce in famiglia: complice la campagna e la natura incontaminata di Bolgheri, mi dilettavo con le erbe già da bambino sotto l'egida di mia madre” - “Con gli anni, poi, ho scoperto le innumerevoli potenzialità racchiuse nella Camellia sinensis, la pianta del tè, maturando l’idea di portarla in tavola in pairing dedicati” - afferma Bianchi che smitizza l’idea fissa di solo vino e lo fa molto bene. Innanzitutto va detto che il libro oltre alla scelta delle ricette della memoria, ben riproducibili da chiunque in cucina, è facile, agevole, raccontato in modo impeccabile. Così le bevande che accompagnano ogni pietanza - tè, tisane e kombucha - non mancano di spiegazioni sulle principali erbe citate. E altresì i suggerimenti per eseguire la tisana perfetta, evitando gli errori più comuni.

Oltre bacco c’è di più, quindi: “Prima le alternative per accompagnare il pasto erano le bollicine, poi sono arrivate le birre artigianali e i cocktail. Con questo volume, abbiamo voluto attraversare l'ultima frontiera: tè, tisane e kombucha bevande accomunate da origini antichissime ma profondamente diverse per ingredienti e preparazione”.

Ecco quindi un succulento piatto di Sauté di cozze il cui aroma importante viene “riequilibrato” da una tisana al lemongrass, rosmarino e menta, da servire in un calice da degustazione. Una scelta più che mai adatta proprio per conferire freschezza al palato, vista la ricetta dalle note piuttosto untuose. E che dire dell’evergreen per eccellenza e cioè il Tiramisù (5) abbinato a un tè nero aromatizzato all’uvetta e caffè? D’inverno il contrasto freddo/caldo conquista, così come la dolcezza dell’uvetta compensa la caratteristica poco zuccherosa di questo dessert. Se d’estate, poi, meglio un’infusione a freddo, con qualche scaglia di cioccolato grattugiato.

Un pairing che non ti aspetti, ça va sans dire: provateci! Magari con la “semplicità solo apparente” di un tagliere all’italiana da gustare insieme a un delizioso Tè nero JinJun Miei. I vostri ospiti non potranno che replicare con un sentito (in tutti i sensi) wow!

 

 

Cacio pepe e kombucha

Gabriele Bianchi

Ed. Il Forchettiere

84 pagine

12 euro

 

Altre info:

 

 

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Il re è morto, viva il re, si gridava anticamente in occasione della sepoltura di un sovrano e per festeggiare la nomina del nuovo; così parafrasandolo potremmo dire oggi "l'anno vecchio è morto viva il nuovo anno" (1 - 2). Ma sarà veramente così? Sapremo vincere la sfida, pandemica (3) e non, che ci attende anzi che incombe su tutti noi? E ancora, riusciremo a superare quel malessere, non più tenue ormai, anzi imminente e immanente? Tutta una serie di domande che si affacciano, consapevolmente o meno, alla nostra mente e ci rendono se non inquieti, certamente preo...