07feb 2024
'Rosso puro', lo zafferano ingrediente eclettico
Le proproste del brand fiorentino

Il coraggio, la visione, la perseveranza di un imprenditore illuminato. Un processo di ricerca, di conoscenza, di invenzione del futuro. Un'idea intelligente, solidale e sopratutto in linea con il mercato attuale. Questo è ciò che abbiamo letto e riscontrato nel bel progetto food (ma anche beverage) del brand toscano Rosso Puro. Al timone della neonata azienda agricola Lorenzo Firenzani (1) con la passione per sua maestà lo zafferano. Siamo a Castelfiorentino (FI), e la spezia principe giallo oro (2) è il core business del progetto gastronomico. Abbiamo incontrato Firenzani all'appena concluso Taste di Firenze riscontrando, da subito, un feed back senza dubbio molto positivo. Le referenze assaporate con lo zafferano come ingrediente chiave, hanno conquistato il nostro palato per piacevolezza, equilibrio, e per una meritevole dose di novità il che, in uno scenario dove tutto è saturo e di più, ci ha ulteriormente convinto della bontà del marchio.

Ragù anatra in bianco allo zafferano

La Toscana più autentica in un vasetto perfetto per condire primi piatti che riportino alla memoria della cucina delle nonne. Buonissimo (3), coniuga il sapore dolce e avvolgente dell'anatra all'aroma dello zafferano. Un sugo delicato ma dalla personalità ben definita e dal gusto denso e unico. Sembra appena cotto; va detto che la ricettazione di Rosso Puro prevede tempi di bollitura molto lunghi e a fuoco lento. Il risultato è ottimo.

Pistilli della Valdesa Fiorentina

Non potevano mancare gli stimmi da utilizzare in cucina (4). Racchiusi in stilosi piccoli pack che ricordano le (ormai quasi desuete) scatole di fiammiferi, sono un cadeau raffinato e importante per l'amica gastronoma o per sé, in virtù di un risotto giallo debitamente all'onda!

Vermouth allo zafferano

Versatile, pulito, crea dipendenza! Da servire in calici ampi, meglio se leggermente fresco, è un must (5) come aperitivo o dopo pasto magari accompagnato alla biscotteria. Le botaniche sono prevalentemente assenzio, genziana, esula, campana, calamo aromatico e zafferano. Che dire... Provatelo e capirete perché è un'assoluta rarità!

 

Altre info:

 

1

2

3

4

5

Photo Credits

Photo 1 : gianfranco gori
Photo 2 : gianfranco gori
Photo 5 : gianfranco gori

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Ecco che come ogni anno in questo periodo viene annunciato (1) il colore Pantone 2024. Peach Fuzz (codice 13-1023), un pò rosa, un pò arancio, la tonalità prescelta che strizza l’occhio all’universo food a noi tanto caro. Sì, perché è la tinta della pesca (2), come il nome lo identifica: un rosa caldo, morbido, delicato. Che comunica condivisione, voglia di stare insieme e di fare sana comunità. Nell’arredo poi, invita al comfort, ma altresì trasmette sensazioni delicatamente sensuali, vellutate (3...