02dic 2021
Panettoni, la nostra dolce lista
A voi la scelta!

Lievitati che passione! Ci siamo! La ricorrenza per una moderata (ma neanche troppo) overdose di panettoni (1) è arrivata! Avete già fatto la vostra scelta golosa per voi e per i vostri commensali per la vigilia o il pranzo che verrà?

Ormai siamo agli sgoccioli, ecco la nostra sweet list, pensateci! Magari c’è il panettone perfetto per voi.

 

Panettone di Matteo Dolcemascolo (2) - Premiato nel 2019 per il Panettone Artigianale, il Migliore d’Italia secondo il Gambero Rosso, Matteo Dolcemascolo quest’anno porta a casa anche il titolo di Miglior Pasticcere Emergente d’Italia. Prodotto esclusivamente con Lievito Madre lavorato in acqua, un lievito di famiglia generato anticamente e rinfrescato giornalmente da Matteo negli spazi del Dolcemascolo LAB, il Panettone Dolcemascolo nella versione Classico ha un gusto caratteristico dato dall’utilizzo della vaniglia naturale del Madagascar in baccelli all’interno dell’impasto, il cedro e l’arancio canditi, l’uvetta pulita e rigenerata in acqua. Info e acquisti QUI.

Panpink - Il pluripremiato Maestro pasticcere Roberto Rinaldini e Pink Lady®, la mela dal gusto unico attenta all’ambiente, celebrano insieme a Save The Planet, APS a tutela del nostro pianeta, la Terra e il Natale con una Limited Edition d’autore dal risvolto green. È da questo incontro tra arte pasticciera e materie prime di eccellenza che nasce Panpink (3): il primo panettone d’autore naturalmente rosa. Buono nel gusto e buono perché sostiene Save The Planet, l'associazione che promuove azioni e soluzioni concrete a tutela del nostro pianeta, attraverso “Tuscany’s Breath”, un progetto di eco valorizzazione del territorio del Mugello che ha lo scopo di piantare nuovi alberi sul territorio comunale per contribuire alla riduzione delle emissioni climalteranti, al miglioramento dell’ambiente urbano e della qualità dell’aria. Prezzo: Euro 38,00 Info e acquisti QUI

Panzera Milano - Magnifico il nuovo panettone dove trionfa l'albicocca "Pellecchiella" del Vesuvio candita (4). Dolcissima, dalla polpa compatta e succosa e di grandi dimensioni, la pellecchiella è inserita nell'impasto a pezzettoni conferendo un caratteristico profumo, una piacevole dolcezza e la giusta umidità all'impasto. Il corretto equilibrio tra gli ingredienti, la lavorazione artigianale e la lunga lievitazione conferiscono anche a questo nuovo panettone Panzera la caratteristica morbidezza. Una vera golosità! Info e acquisti QUI

Vergani - Imperdibile il Panettone all’Albicocca Pellecchiella del Vesuvio della Linea Gourmet (5). Il suo profumo delicato dona al tradizionale impasto preparato con farina, lievito madre naturale, burro e tuorlo d’uovo fresco, uno spiccato accento levantino, caratteristico delle terre del Vesuvio. Insomma... un dolce milanese dal cuore mediterraneo! 750 gr - €25. Info e acquisti QUI

Palazzo di Varignana - Il Dolce di Natale (6) offre una reinterpretazione gustosa e allo stesso tempo leggera del classico panettone, grazie all’utilizzo dell’olio extravergine di oliva Blend Verde di Palazzo di Varignana. Un prodotto ancora più soffice del tradizionale panettone, facilmente digeribile e ricco di proprietà nutrizionali come Vitamina E, acido oleico, calcio e polifenoli. Il suo morbido impasto è arricchito dall’inconfondibile gusto dell’uvetta sultanina e dell’arancia candita. A rendere il tutto ancora più dolce, la golosa glassa a base di mandorle e granella di zucchero. Prezzo: 20 €. Info e acquisti QUI

 

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...