08mar 2022
Olitalia riconosce il talento del ristorante Josto di Cagliari
Il premio “Giovane Famiglia” della guida di Identità Golose

Un plauso alla famiglia Fais (1) proprietaria del ristorante Josto di Cagliari. Durante la presentazione dell’edizione 2022 della Guida ai Ristoranti di Identità Golose, infatti, Olitalia, l’azienda forlivese che da oltre trent’anni produce e commercializza oli (2), ha conferito il premio "Giovane Famiglia" al noto ristorante dell’isola. In occasione della presentazione della guida, ideata da Paolo Marchi e Claudio Ceroni, fondatori dell’omonimo congresso, che si è svolta lunedì 7 marzo alla Triennale di Milano e che è stata trasmessa in diretta streaming, numerosi i riconoscimenti assegnati alle Giovani Stelle. Tra questi lo chef Pierluigi Fais (3) che vanta con un approccio innovativo alla cucina (4) ed enfatizza il proprio legame con la Sardegna, sua terra d’origine, esaltando la gastronomia della regione all’interno di un locale dell’aspetto urbano, con i fornelli ubicati nella sala stessa.

“Assegnare il premio Giovane Famiglia” – ha dichiarato Angelo Cremonini che, con i fratelli Elisabetta e Camillo, è alla guida dell’azienda – “è motivo di grande orgoglio per noi. Così come la famiglia Fais trasmette il proprio amore nei piatti del suo locale, allo stesso modo la famiglia Cremonini da oltre tre decenni svolge con estrema dedizione la propria attività rispettando le materie prime e l’intera filiera produttiva».

Un’onorificenza che testimonia la volontà di Olitalia di supportare la ristorazione italiana, una scelta non banale in questo particolare momento storico non certo semplice, valorizzando le competenze e la passione che i migliori talenti della ristorazione del nostro Paese pongono nel loro approccio alla cucina.

1

2

3

4

Photo Credits

Photo 4 : IMAGE BY JOSTO WEB SITE

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...