22set 2021
Focus design - La cucina che vorrei
Tra il classico, il moderno e l'I-tech e... una punta d'oro

La “sala macchine” di ogni casa, specchio fedele della propria individualità, come non amarla? 

C’è quella “riservata” con elementi che compaiono e scompaiono a comando, quella dal patto d’acciaio, quella così lussuosa che si teme a sporcarla, quella dalla doppia anima materica, quella romantica e molto molto altro. Lo spazio più vissuto e più “goduto” del nostro nido domestico, quintessenza della convivialità e dell’ospitalità, sfila per la gioia di chi è in cerca d’ispirazione o ha in cuore di “rottamare”…

 

Valcucine - L’estetica della pietra naturale incontra le potenzialità del vetro nella collezione Vitrum Mimesis (1). Pensata per chi ama l’intramontabile estetica della pietra naturale senza rinunciare alla praticità del vetro, coniuga eleganza e resistenza in un’unica finitura. Le textures ricreano sulla superficie in vetro, lucida e opaca, la trama di pietre di diversa provenienza. Dalle venature tenui e sfumate del Calacatta Oro a quelle nette definite del Sahara. Dai colori intensi dell’Emperador Dark e del Marmo di Cesare a quelli delicati del Daino fino ai contrasti decisi del Grey Saint Laurent e dell’Orange Black. Non mancano le interpretazioni di pietre rare ed esclusive, la cui produzione è limitata, come l’Onice, declinato nelle varianti colore Bianco, Pesca, Oro e Verde e il marmo Zebrino dal disegno lineare con striature bianche, panna, verdi e grigio scuro. La finitura garantisce una raffinata continuità di venatura tra i diversi elementi della cucina creando la sensazione di un volume unico. Altre info QUI.

 

Minotticucine - “Ogni elemento che può essere eliminato è un elemento di troppo, che disturba la linearità della cucina”, questo il pensiero che sta alla base della progettazione di Minotticucine, dove la ricerca stilistica si indirizza verso il “silenzio visivo”. Ed ecco Maya Oro (2) by Alberto Minotti, novità presentata quest’anno. La scelta dell'oro associata ad una pietra dalle tonalità verde-azzurro è un richiamo alla civiltà Maya, che spesso faceva uso di pietre per creare gioielli, monili e sculture di altissimo livello. L'anta in oro 24K è un virtuosismo stilistico e progettuale: l’apertura delle ante avviene grazie ad una sporgenza di soli 7 millimetri dal piano in pietra sovrastante senza alcuna maniglia o gola, un filo anta spesso solo 3 mm gira tutto intorno alla cucina diventando funzionale all’apertura dei moduli. I volumi scultorei della cucina Maya possono essere composti da basi singole, in appoggio a terra oppure sospese, e da basi a doppia profondità. Preziosa, quindi, ma sopratutto minimalista grazie alle sue linee estremamente pulite e ad un design capace di andare oltre il susseguirsi delle mode nel tempo, è l’emblema del principio di “less is more”. Altre info QUI.

 

Rastelli - Firmata da Ulisse Narcisi, architetto che vive la cucina come luogo dove rifugiarsi dal caos quotidiano, ecco R1 è un vero e proprio sistema per creare composizioni sempre diverse (3). Con una vasta gamma di moduli, accessori, colori e finiture, ogni progetto può essere infinitamente personalizzabile, con una particolare attenzione alla continuità tra zona cucina e zona living, fondamentale negli open space. La cucina è sviluppata in modo da creare una sorta di ‘oasi’ all’interno dell’ambiente living. Il design minimale e le geometrie rigorose esaltano la pulizia della composizione, resa estremamente luminosa dal bianco scelto per le ante e dai ‘tocchi’ di titanio degli zoccoli, delle gole e del Galileo. L’isola centrale, adibita a zona cottura e lavaggio, è collegata al piano da uno snack in HPL Navajo Gold, ideale per la colazione, per socializzare oppure come ulteriore piano di lavoro. Altre info QUI.

 

Officine Gullo - Il fascino del passato incontra l’eleganza contemporanea. Stile, luminosità caratterizzano l’importante cucina (4) lineare di 4,8 metri dalla struttura in acciaio inossidabile verniciata a fuoco nel colore Bianco Signal opaco e maniglie e decorazioni in ottone lucido. Un lungo bastone frontale in ottone lucido percorre tutta la lunghezza della cucina, in cui trova spazio nella parte superiore, un piano da lavoro in acciaio satinato con lavello saldato e un piano cottura ad induzione, mentre la parte inferiore accoglie diversi cassetti e sportelli, una lavastoviglie ed un forno. Lungo il piano cucina si trovano quattro frontoni in metallo verniciato con cornici in ottone lucido. Nel frontone centrale, il giglio simbolo di Firenze. Al di sopra del piano sono situati un’importante cappa a piramide dotata di illuminazione interna a Led e due elementi di falegnameria in rovere scuro. Come per tutte le creazioni di Officine Gullo, la composizione di ogni progetto può essere completamente personalizzata, dalle dimensioni alla composizione del piano di cottura, fino all’incisione delle manopole o ai colori. Altre info QUI.

 

Scandola Mobili - La cucina Maestrale elegante in stile British, è valorizzata dall’anta Melody (5), caratterizzata da una lavorazione particolare che vede un gioco ottico di profondità tra la cornice e l’area delimitata dalla cornice stessa. In legno massello di abete, spicca per quell’allure sobrio tipico del gusto inglese dove la cura dei dettagli, le linee precise e le tonalità neutre mai eccessive sono dei veri atout. Scandola Mobili garantisce massima libertà di personalizzazione, selezionando i dettagli dagli elementi alle finiture per creare la propria cucina dei sogni! Altre info QUI.

 

Aran Cucine - Al mare o in  campagna, il modello Ylenia (6) accogliente e caloroso è perfetto come “cucina delle vacanze”. Lo stile è un mix tra il rustico e lo shabby chic, con echi del passato ed elementi tradizionali. Il frassino laccato bianco illumina l’ambiente, trasmette serenità, e valorizza i moduli più ‘vintage’. Tra questi spiccano il bancone multifunzione stand alone, con le gambe tornite come nei tavoli di una volta, le piattaie da utilizzare come moduli a giorno, e infine l’ampia credenza progettata con una serie di cassetti in stile vecchia farmacia. L’unità operativa della cucina, con zona cottura e lavaggio, prevede ante con telaio per le basi; qui le maniglie in legno laccato a poro aperto creano un elegante contrasto con quelle tondeggianti e in ottone dei cassetti. I pensili, come ‘vetrine all’inglese’, hanno l’anta in vetro con griglia in legno, e l’elemento cappa, realizzato da ARAN Cucine, è un ulteriore dettaglio capace di creare armonia e coerenza stilistica. A completare la composizione, un’armadiatura incassabile a muro in cui alloggiare elettrodomestici e vani dispensa. Altre info QUI.

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

I colori cambiano e virano a toni come il bronzo, il giallo, l’arancio, accompagnando le giornate che si adombrano e si accorciano (1). Boschi e foreste si vestono di rosso e d’oro: è il loro momento di gloria regale. Benvenuto Autunno. Ritorna la voglia di intimità, di godere dei primi fuochi del caminetto accesso, di accoccolarsi sul divano e leggere un buon libro (o scorrere le pagine di Foodmoodmag). Ecco puntuale il desiderio di guardarci dentro (2), di captare l’essenziale, di dare valore ai dettagli, all’osservazione, mentre il tempo accelera la sua...