21lug 2021
Appetitosamente - il Festival sardo dedicato al buon cibo
Torna dopo un anno di assenza

Dal 2 agosto sino al fine settimana del 7 e 8 agosto, il programma prevede momenti ludici, convegnistici, musicali, di intrattenimento e molti momenti enogastronomici (1), come è caratteristica del Festival, sempre declinati con prodotti locali, del territorio, ispirati alla bontà e all’etica dell’alimentazione, ispirati al filo conduttore che è appunto “cibo e futuro” (2). 

Lo fa con un’edizione più semplice del consueto, ripartendo da Siddi (Provincia Sud della Sardegna) e dalla sua comunità, che si riapre agli altri. 

La pandemia, lo sappiamo, ha cambiato le nostre vite. E le cause che lo hanno originato sono forse da trovarsi nel nostro comportamento non sempre in sintonia con il mondo che ci circonda: con l’ambiente, con gli animali, col cibo. Cibo che, durante questo periodo così particolare, in molti casi è stato anche protagonista delle nostre giornate, con la preparazione di alimenti nuovi o che da tempo non realizzavamo più, oppure, accarezzando i nostri sensi, ci ha permesso di condividere piacevoli emozioni.

Ma questi momenti così inattesi quanto hanno cambiato il nostro rapporto con il cibo e col mondo? Come sarà, o vogliamo che sia, il futuro che ci attende?

Riusciremo, per nutrirci, a vivere in armonia con la terra e gli altri suoi abitanti? Smetteremo con le produzioni intensive e poco rispettose della natura? Avremo cura delle biodiversità? Torneremo al buon senso e alle cose più semplici e di qualità?

E i piccoli borghi? Coglieranno l’occasione di rinascere offrendo una dimensione del vivere più lento e votato ad un consumo, anche di cibo, più consapevole, proporzionato e ragionevole?

Riusciranno, consci del forte valore dei loro territori, a rivitalizzarsi grazie alla grande opportunità di unire la tradizione al nuovo e, con creatività e passione, realizzare una rete di nuovi servizi e nuove connessioni?

Ebbene, è arrivato il tempo di costruire, di unire e di condividere. Questo è il momento di guardare al futuro con il giusto ottimismo, e Appetitosamente proverà a dare il suo contributo.

Il Festival Appetitosamente, ideato nel 2006 da Comune di Siddi, Cooperativa Villa Silli e Condotta Slow Food di Oristano, racconta e offre le produzioni enogastronomiche della comunità di Siddi - da oltre 70 anni borgo rurale sardo della pasta - permettendo ai visitatori di scoprirne anche le risorse culturali e ambientali, le attività artigianali, l’identità, le persone.

Insieme, aiuta a far conoscere il territorio e le produzioni della Marmilla che è una terra dolce agli occhi ed al cuore, e della Sardegna. Appetitosamente è poi un luogo d’incontro, di scambio, di condivisione. Un punto di riferimento dove parlare di cibo come espressione di culture, modi di vivere, identità.

Uno spazio per favorire i prodotti agroalimentari d’eccellenza, e dare voce a chi produce.

Una festa di popolo aperta, inclusiva e divulgativa nella quale ragionare, in maniera profonda e leggera, di tematiche legate agli alimenti di qualità, al loro legame con i territori, alle modalità di produzione e vendita, al rapporto col ciclo delle stagioni, al rispetto dell’ambiente, alla ricchezza delle diversità, ai mille altri aspetti uniti al buon cibo.

Un modo per concorrere a costruire una nuova consapevolezza della cultura alimentare, e a migliorare la qualità della vita di tutti. Un’occasione di crescita, anche economica, per una comunità e per un intero territorio.

Una scintilla per innescare nuovi processi gastronomici, produttivi, culturali, umani.

Appetitosamente è inoltre un luogo dove praticare il piacere, la convivialità, la diversità, l’amicizia, l’etica, il dubbio, la curiosità, la felicità, la bellezza.

Una edizione particolare, come ci spiega Marco Pisanu, Sindaco di Siddi, paese agricolo e protagonista con altri del turismo rurale della Marmilla, a 45 minuti da Cagliari e quaranta minuti da Oristano: «Appetitosamente torna dopo un anno di assenza. Lo fa con un’edizione più semplice del consueto, ripartendo da Siddi e dalla sua comunità, che si riapre agli altri. Un’edizione per dare un segno di presenza e guardare con maggiore fiducia al futuro».

Chiediamo a Gian Luca Atzori, dell’organizzazione del Festival una battuta sulla filosofia di Appetitosamente 2021: «La filosofia del programma è sempre la stessa, con la presenza di incontri, laboratori, concerti e arte condivisa, che si svolgeranno a Siddi, a partire dal due agosto, e nel suo territorio seguendo il filo conduttore del tema 2021 del festival “cibo e futuro”».

 

Tra gli eventi segnaliamo: 

Lunedì 2 agosto

Saluti iniziali e apertura della manifestazione.  Con Marco Pisanu, sindaco di Siddi.

Dal simbolo all’opera. Un progetto in itinere: nutrire il futuro della comunità di Siddi. Partecipazione e coinvolgimento nella creazione di un’opera d’arte nello spazio pubblico. Presentazione delle idee per una scultura-fontana. A cura del grafico e artista Stefano Puddu Crespellani. Interventi degli artisti Josephine Sassu e Gianni Atzeni.

Da martedì 3 agosto a sabato 7 agosto

CreAzioni condivise. Laboratori creativi in cui si lavorerà alla costruzione di piccoli modelli della scultura-fontana, con possibili varianti di forme e materiali. Nel corso dei laboratori verranno raccolte anche le opinioni della popolazione di Siddi. Con gli artisti in residenza e gli abitanti di Siddi. Preparazione dell’installazione partecipata «Evoluzione naturale», una spirale di piante e fiori da creare con i cittadini siddesi nell’area circostante la scultura-fontana.

Sabato 7 agosto

Ore 19.15. Piazza L. Da Vinci Saluti iniziali e apertura della manifestazione. Dialogo sul tema 2021 del Festival.  Con Marco Pisanu, sindaco di Siddi. Partecipano: Alessandra Guigoni, antropologa culturale e giornalista; Laura Sechi, titolare e cuoca ristorante Vitanova – Cagliari; Emiliano Deiana, presidente ANCI Sardegna. Coordina Marco Pisanu, sindaco di Siddi. Con i giusti intermezzi musicali di Giovanni Aru, costruttore e suonatore di launeddas. 

Ore 22.30. Piazza L. Da Vinci. Il gusto del ritmo. Swing Fever Society in concerto.

Domenica 8 agosto

Ore 6.00. Tomba di Giganti Sa Domu ’e s’Orcu

Al primo sorgere del sole, Elisabetta Steri (pianoforte) e Andrea Ortu (flauto), reinterpretano in musica i silenzi della giara, del grande monumento nuragico e delle antiche divinità. Al termine gli ospiti saranno confortati da una sobria colazione locale.

Ore 18 Casa Pau (cortile)

Autoctono si nasce. Laboratorio di degustazione dei vini del territorio.

Partecipano: Samuele Pau, delegato per la Sardegna Associazione Go Wine; Domenico Sanna, Cantina Su entu Sanluri. Andrea Balleri, sommelier.                                              

 

Programma completo (3 - 4) QUI

 

INFO E PRENOTAZIONI

070.939888 / 347.7380831 (9.00 - 14.00 / 16.00 - 20.00)

Twitter: festivalSIDDI 

Instagram appetitosamente_festival 

appetitosamente@gmail.com

 

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Siamo di nuovo qui. In realtà non ci siamo mai fermati anche se da postazioni diverse, alias in remoto, chi dalla città e chi dal mare, in smart working ormai prerogativa di molti. Dopo la pausa vacanziera, il primo gesto è stato l’abbraccio (1), sì, quello vero, fisico, forte. Certo, tutti ancora “mascherati”, con green pass, emozionati, ma consci che il tempo sospeso della Pandemia è ormai in netta uscita. Ed eccoci pronti per un settembre “caldo” e ricco di eventi, da nord a sud, in presenza finalmente ...