28ago 2021
Toscana - Cosa vedere? La San Gimignano di Dante
Fino a dicembre, 4 indimenticabili percorsi a tema

Che San Gimignano sia un gioiello architettonico, storico e culturale è indubbio ma ora è ancora più attrattivo grazie alla splendido percorso dedicato a Dante Alighieri promosso dal Comune stesso e organizzato da Opera Laboratori. Previste, infatti, in collaborazione con il Centro guide di Siena, una serie di visite guidate (1) da settembre a dicembre. L’itinerario parte dalla Sala dedicata al poeta (2) che si recò come ambasciatore nel Palazzo Comunale il 7 maggio del 1300 per perorare la causa della lega guelfa dei comuni toscani. Nella Sala Dante è allestita anche una piccola, ma significativa mostra di opere che ricordano l’ambasceria e un prezioso manoscritto della Commedia con una vicenda storica avventurosa. Salendo alla Torre Grossa, inoltre, si può ammirare il ciclo dipinto da Memmo di Filippuccio in cui, secondo un’attribuzione tradizionale, una scena rappresenterebbe il bacio di Paolo e Francesca. Nel Duomo (3), che domina la piazza omonima, Taddeo di Bartolo illustrò, nel 1393, il Paradiso in cui Gesù, Maria e lo Spirito Santo sono lodati da una gloria di angeli musicanti e l’Inferno in cui domina la figura mostruosa di Satana, che divora con le sue bocche i traditori delle autorità spirituale e politica, quali Giuda, Bruto e Cassio. Al centro della controfacciata è inserita la vetrata dell’artista contemporaneo Marcello Aitiani che si ispira al Paradiso dantesco. L’itinerario prosegue in San Lorenzo in Ponte, la chiesa romanica interamente decorata da un ciclo di affreschi di Cenni di Francesco di ser Cenni (1413) raffiguranti la vita ultraterrena attraverso suggestivi dettagli dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso. In una teca, all’interno della chiesa, è stata esposta un’edizione della Commedia di Dante del 1493 con il commento neoplatonico di Cristoforo Landino. Nel centro storico sono presenti restauri architettonici realizzati nel 1921 in occasione del VI centenario della morte di Dante come Porta San Giovanni e Palazzo della Cancelleria, testimonianze significative nella definizione urbanistica della città odierna. I visitatori potranno concludere l’itinerario con la visita alla Rocca Vernaccia Wine Experience per scoprire uno dei prodotti più significativi del territorio sangimignanese.

 

Per info e booking:

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Siamo di nuovo qui. In realtà non ci siamo mai fermati anche se da postazioni diverse, alias in remoto, chi dalla città e chi dal mare, in smart working ormai prerogativa di molti. Dopo la pausa vacanziera, il primo gesto è stato l’abbraccio (1), sì, quello vero, fisico, forte. Certo, tutti ancora “mascherati”, con green pass, emozionati, ma consci che il tempo sospeso della Pandemia è ormai in netta uscita. Ed eccoci pronti per un settembre “caldo” e ricco di eventi, da nord a sud, in presenza finalmente ...