05gen 2023
Tenoha Milano, mostra Fantasmi e Spiriti del Giappone
Grande successo! Prorogata fino ad aprile 2023

A Milano, in via Vigevano 18, zona Navigli, c’è un luogo che tutti gli appassionati del paese del sol levante conoscono. Si tratta dello Store Tenoha, dove poter acquistare molti oggetti di culto importati direttamente dal Giappone e assaggiare la cucina nipponica. Da qualche tempo esiste anche uno spazio per esposizioni temporanee legate alle tradizioni del paese, che suscitano sempre grande interesse. La mostra attualmente (1) visitabile si intitola Fantasmi e Spiriti del Giappone, ed è stata prorogata di alcuni mesi, fino all’aprile 2023, vista l’eccezionale affluenza di pubblico (2). Si tratta di un evento immersivo alla scoperta dell’immaginario dello scrittore e disegnatore Benjamin Lacombe (3) che reinterpreta le tradizionali storie delle leggende nipponiche su fantasmi, spiriti e creature in libri (4) pubblicati da L’Ippocampo Edizioni. Un viaggio nel folklore giapponese ispirato alle trascrizioni dei testi originali da parte di Lafcadio Hearn, lo scrittore irlandese del novecento tra i primi stranieri ad ottenere la cittadinanza giapponese e raccontate visivamente da Benjamin Lacombe, le cui illustrazioni trasportano gli avventori al di là di un ponte rosso che unisce il mondo mortale a quello ultraterreno (5). L’inconfondibile tratto dell’artista dà vita ai celebri yokai, creature sovrannaturali che posso assumere le sembianze e i caratteri più diversi, dal Kappa, animale leggendario, alla donna senza faccia, passando per le kitsune (volpi) e i kodama (spiriti degli alberi). Espressione dell’animismo giapponese, in Occidente vengono identificati come mostri o fantasmi, ma sfuggono in realtà a qualsiasi definizione. Per conoscerli e incontrarli di persona basta visitare la mostra, che si sviluppa in uno spazio di 1100mq con oltre 10 stanze a tema, dove la tradizione incontra l’innovazione tecnologica ricca di animazioni, audio, scenografie, 3d e video. Mostra decisamente affascinante, non solo per i cultori del genere, ma un po’ per tutti nell’intento di conoscere gli aspetti meno noti di un paese che affascina da sempre noi occidentali: la storia millenaria e un presente tecnologico e innovativo. Da non perdere! 

 

Altre info:

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...