07gen 2022
Studio Terrae, vasi che dialogano con la natura

Presentati in anteprima a Milano i vasi di Studio Terrae, atelier di ceramica fondato nel 2020 a Premariacco, in provincia di Udine, da Sonia Armellin (1) e Francesca Petricich, ceramiste coordinate da Charlotte Menard. Interamente dedicati alle piante (2), sono vasi che nascono dalla combinazione tra design, alta qualità artigianale e funzionalità (3). La collezione Nido è composta da pezzi unici che conservano la forza vitale della terra da cui prendono forma, dialogando direttamente con la pianta che contiene. Il vaso viene modellato pensando già alle esigenze delle piante stesse, non sono smaltati per consentire all’argilla (4) di mantenere la sua naturale porosità, permettendo alle radici di respirare e mantenendo una purezza di linea, essendo progettato senza sottovaso esterno che spesso rompe l’armonia e crea sgradevoli inestetismi. La creazione è seguita con grande cura e dedizione, opere realizzate interamente a mano senza l’utilizzo di stampi. Le colorazioni sono molto naturali e vanno dal delicato cashmere alla grafite intensa, dal cenere al caffè scuro, dal corallo al rosa antico. La texture della superficie è sempre realizzata a mano pezzo per pezzo con strumenti appositamente scelti a seconda del tipo di argilla. Ogni vaso ha un doppio fondo interno che non altera la purezza delle linee, mantenendo un equilibrio idrico grazie a piccole aperture che favoriscono la giusta aerazione, evitando il ristagno dell’acqua in eccesso e con un piccolo tappo fatto a mano da posizionare nella parte interna per evitare che le radici e la terra entrino nel doppio fondo interno. Pensati per ambienti interni mantengono la loro filosofia naturale anche nel packaging con imballaggi di carta kraft, paglia naturale, cartone, nastro ed etichette e totalmente privi di plastica. Un brillante esempio di economia circolare in cui ogni parte può essere compostata, riciclata o riutilizzata, mantenendo una bellezza che ne fa uno splendido oggetto di arredo e design per la vostra casa. Abbiamo potuto toccare con mano questi piccoli grandi gioielli naturali, dialogando con il team tutto al femminile di Studio Terrae: una vera dimostrazione di competenza, passione e amore per il proprio lavoro. Un must have per chi ama le piante e la natura.

 

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...