29gen 2021
Modena - CUBO.M il museo delle cucine Bompani
In mostra 70 anni di maestria industriale italiana

Cucine in mostra. Ma non in uno show-room, bensì in una vera e propria esposizione museale, alla stregua di originali opere d'arte. Succede a Modena dove nel nuovo e unico museo delle cucine Bompani - CUBO.M - sfilano ben settant'anni di storia italiana, cultura e design attraverso l'evoluzione di questo elettrodomestico (1 - 2 - 3 - 4), "sigillo" autentico della storia industriale e del costume italiano. CUBO.M racconta - in doppia lingua - le cucine della storica azienda di Modena con stabilimento produttivo a Ostellato (FE), in un periodo che abbraccia quasi 70 anni. Un percorso espositivo che si snoda attraverso modelli originali di ogni epoca, immagini, video e testimonianze con, tra l'altro, le testimonianze di dipendenti e collaboratori che si sono succeduti nel tempo (5 - 6): dalla nascita nel 1954 in pieno boom economico, fino alla fabbrica a energia solare di oggi, attraverso rivoluzioni culturali, sfide imprenditoriali e cucine che hanno lasciato il segno nella storia del design.

Naturalmente, in epoca cross pandemica, le visite sono solo virtuali (accedendo al sito QUI), permettendo comunque una fruizione agile anche a distanza e in maniera completamente gratuita. Ma non è escluso che - appena possibile - la mostra potrà essere visitata anche di persona.

"Con la nascita di questo museo abbiamo realizzato un sogno che avevamo nel cuore da tempo" - spiega Enrico Vento, amministratore delegato di Bompani - "Volevamo raccontare l'epopea di un marchio storico italiano e ripercorrere un pezzo di storia da un punto di vista privilegiato per noi emiliani: quello della cucina. La storia del brand Bompani è anche quella di tanti imprenditori e operai che nel secondo dopoguerra, partendo dal nulla, hanno dato vita al più grande patrimonio della nostra economia di oggi: il Made in Italy. Il museo della cucina Bompani vuole raccontare la nostra idea di Made in Italy e di impresa, fatta di bellezza, di cultura e di una sapiente manifattura. CUBO.M è un percorso nel tempo attraverso immagini, filmati, racconti e testimonianze dirette nel quale tutti potranno un po' riconoscersi".

L'intero percorso museale, curato da Paolo Battaglia, include modelli originali di cucine risalenti a ogni decennio a partire dagli anni 50. "Il modello 9100 del 1971, simpaticamente battezzato "Baby" è stata per molti anni la cucina più venduta in Italia, e si è conquistata un posto nella collezione permanente del Triennale Design Museum, il primo museo del design italiano" - spiega Rebecca Michinelli, Responsabile del Museo.

L'esposizione mostra la storia aziendale in continuo dialogo con la storia industriale italiana e più in generale con l'evoluzione della cultura materiale. Attraverso questo intreccio, il Museo guida i suoi visitatori attraverso tre percorsi tematici: la bellezza e l'evoluzione dello stile italiano attraverso l'esposizione dei prodotti storici di Bompani; la manifattura italiana che sarà il racconto dell'epopea imprenditoriale dagli anni del miracolo economico ad oggi; la cultura e in particolare l'evoluzione della vita in cucina degli italiani.

 

Il progetto è stato reso possibile grazie al cofinanziamento del Programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale (Por Fesr) 2014-2020 della Regione Emilia-Romagna, nell'ambito del Bando per il sostegno ai progetti rivolti al miglioramento dell'attrattività turistico-culturale del territorio.

 

Telefono : 059 415411

1

2

3

4

5

6

Photo Credits

Photo 4 : 1965 Catalogo Smalteria Ghirlandina
Photo 5 : Palazzo degli uffici nel 1965 esempio di architettura sobria e funzionale

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...