05mar 2022
Milano - Vignaioli di montagna del Trentino Alto Adige
il 13 e 14 marzo

Evento da non perdere per tutti gli appassionati di vino il 13 e 14 marzo a Base Milano. 50 vignaioli del Trentino e dell’Alto Adige (1), questa la grande occasione per degustare le migliori etichette delle due province autonome di Trento e Bolzano, insieme alle loro specialità gastronomiche nello spazio multifunzionale di Base e Cariplo Factory in via Tortona (2). Un racconto a più voci, tra sapori e immagini dei territori di montagna che mette al centro la terra e il lavoro di chi la coltiva e di chi se ne prende cura nel solco della sostenibilità e della qualità. Un modo per trasferire le sfumature dei territori di altura dove ancora oggi molti scelgono di mettere radici, coltivando viti e producendo vini rispettando la cultura della montagna con risultati eccezionali, riconosciuti a livello internazionale da tutti gli esperti del settore. Oltre 100 vini in degustazione (3) accompagnati da formaggi d’alpeggio, speck e pani tipici del territorio (4). La partnership si sviluppa in collaborazione già durante la settimana col Trento Film Festival che quest’anno compie 70 anni con una versione Off in diversi luoghi della città coinvolgendo librerie, enoteche, panifici e cinema, con la partecipazione tra gli altri del famoso illustratore Guido Scarabottolo e il celeberrimo panificatore Davide Longoni. La sera del 13 marzo sarà proiettato da Base un classico film di montagna, Everest - Sea to Summit che parla della inedita via tracciata sulla montagna più alta del modo da Tim  Mc Cartney Snape senza ossigeno negli anni novanta. Un film appassionante che partendo dal golfo del bengala in oltre 800 chilometri a piedi ha permesso all’alpinista di raggiungere la vetta dell’Everest in una incredibile avventura. Lunedì 14 saranno presentate tre master Class dedicate alla viti-enologia delle Terre Alte nelle sale di Cariplo Factory sempre in via Tortona. Alle 11 Massimo Zanichelli con i bianchi di montagna, alle 14 Sara Missaglia con i rosa di montagna e alle 16.30 Fabio Giavedoni con i rossi di montagna. Un programma formidabile a cui non si può certo mancare! 

Altre info:

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Si sgranocchia, si assaggia (1), ci si abbraccia, si ride, si affetta, si sbuccia, si piange per le cipolle (solo per quelle?), si improvvisano prodezze culinarie (2), si “ruba” un calice di rosso prima che il pranzo (3) abbia inizio, si adagia il panettone sul piatto di portata, la salsiera d’argento? e, finalmente, si ode “a tavola!”, un eco, non solo profumato, che si diffonde in tutta la casa e accarezza gli animi (e la gola) dei commensali che, lesti, trovano posto al convivio solenne (4).   Lo avete capito, spaccati di vita...