Libri che lasciano il segno… “SICILY BLUES”
Il sapore del mare nell'oceano dei ricordi

Navigare (1) è un sogno che non può assaporarlo chi non lo abbia mai personalmente provato, un sogno che ti lascia a metà strada tra il reale contatto fisico con la natura e l’immaginario dei tuoi pensieri, ove tempo e spazio si fondono nel presente unico e irripetibile.

Così il libro di Massimo Morasca edito Il Frangente (2), altro non è se non la rappresentazione rivista nella memoria di attraversate o regate mescolate ai ricordi della propria vita, riflessioni e poesie (3): un narrare lieve ma avvincente ad un tempo in cui la bellezza del mare non si lascia sopraffare dalla sua sempre immanente presenza di potenza indomabile. Perché l’uomo, piccolo e tenace di fronte al Mostro sempre in agguato, altro non può se non tentare di scivolarci sopra discretamente, quasi senza disturbarlo in maniera lieve e simbiotica.

Sembrerà paradossale a chi non naviga, ma solcarlo è prima di tutto rispettarlo se non temerlo, consapevoli che la natura può al massimo tollerare la presenza umana, sempre pronta a ribellarsi con potenza inaudita quando il “bipede terrestre” osasse oltrepassarne i limiti, come nel caso del frangente che strapperà per sempre alla vita l’amico fraterno dei giochi giovanili dell’Autore, o nel passaggio tra Scilla e Cariddi luogo mitico ed onirico, od ancora nei ricordi delle regate nel grande mare del Nord, quello vero e serio che incute timore al navigante anche il più esperto.

Perché, contrariamente a quanto credono i “terricoli", il Mediterraneo, il vecchio “mare nostrum”, non è un grande lago, bensì un piccolo oceano nel quale le stranezze meteo la fanno da padrone, talvolta in maniera prepotente e tragica, come ci ha ricordato brutalmente anche l’ultima estate tra la Corsica e Sardegna.

Un volume da centellinare (4), nel barlume pomeridiano che volge alla sera, accanto ad un buon bicchiere e magari anche un sigaro da meditazione, rigorosamente soli. Ma in mare soli non lo si è veramente mai...

 

Sicily blues

Massimo Morasca

Edizioni il Frangente

PAG. 96

Brossura

€ 9,90

 

Info e acquisti:

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Si sgranocchia, si assaggia (1), ci si abbraccia, si ride, si affetta, si sbuccia, si piange per le cipolle (solo per quelle?), si improvvisano prodezze culinarie (2), si “ruba” un calice di rosso prima che il pranzo (3) abbia inizio, si adagia il panettone sul piatto di portata, la salsiera d’argento? e, finalmente, si ode “a tavola!”, un eco, non solo profumato, che si diffonde in tutta la casa e accarezza gli animi (e la gola) dei commensali che, lesti, trovano posto al convivio solenne (4).   Lo avete capito, spaccati di vita...