18nov 2015
LAMPADE DI GENIO
A ognuno la sua luce

Che sia il tavolo della colazione, o quello della sala da pranzo per una cena informale, o per il lavoro, a casa come in ufficio, l’illuminazione è parte fondamentale del nostro ambiente. Un settore sempre in movimento, in continuo fermento, più di quello del mobile: lo testimonia anche l’ultima edizione di Euroluce, con lo sviluppo delle sorgenti a led, la cui rivoluzione ha scosso l’economia internazionale.

E, In questo scenario tutt’altro che statico sono molte le aziende che, con la complicità di architetti e light designer di fama mondiale, innovano e diversificano, proponendo varie soluzioni estetiche, tecnologiche e per ogni habitat; Il risultato? oggetti dalle linee curiose, studiate per fare della luce materia d’invenzione.

Innolux, per esempio, leader nel mercato finlandese propone lampade esteticamente pure; chiara la matrice nordica: che siano a sospensione, da terra, da tavolo o lampada a muro, sono un vero trionfo del minimalismo, per una casa dallo stile contemporaneo e moderno. Il modello Kartiot (1), per esempio, due coni capovolti s’intersecano e si illuminano, proiettando la luce verso l'alto e verso il basso. Progettata nel 1955 da Yki Nummi e riproposta da Innolux con tecnologia a LED, è disponibile nei colori nero, bianco e grigio chiaro. Dalla forma meravigliosamente basica, ma di indubbia eleganza la lampada a sospensione Candeo (2) ora anche in colore gray, perfetta per un punto luce di atmosfera al centro del tavolo.

E se lampada ricordasse une eau de toilette? No, non è fantasia ma la maestrale opera del designer Davide Oppizzi per la giovane azienda francese Designheure.

Eau de Lumière (3), così si chiama, la famiglia di lampade in tessuto high end che affonda la sua radice ispirativa nel mondo glamour del profumo di lusso. Vere e proprie icone tutte hand made simboleggiano la forma della bottiglia di profumo, giocando sui volumi del tratto in discesa e salita della luce (4).

“Eau de Lumière mi ha appassionato da subito” afferma Opizzi – “La ricerca di tessuti, forme e materiali mi ha fatto cambiare radicalmente quella che era il mio concetto di lampada tradizionale di metallo, vetro o plastica. In questo progetto ho potuto esprimere la mia idea di glamour”. La collezione è disponibile in quattro forme e diversi formati e modelli, tra i quali lampadari, appliques, lampade a sospensione e lampade da terra.

Se un tempo le dive di Hollywood riposavano avvolte da due gocce di Chanel N.5, oggi possiamo ben essere coccolati da una luce di... genio.

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...