16set 2022
La Vigna di Sarah: Vendemmia Notturna “Grappoli di Luna”
Grande successo per quest'ottava edizione

Cozzuolo, frazione di Vittorio Veneto, all’interno della zona più vocata nella produzione del Prosecco, ha accolto 200 ospiti nella tenuta agrituristica La Vigna di Sarah per l’ottava edizione della Vendemmia Notturna “Grappoli di Luna“ all’insegna della sostenibilità e del rispetto del territorio. Perfetta padrona di casa è stata Sarah Dei Tos (1 - 2), vignaiola per vocazione e ideatrice della manifestazione (3), che crede profondamente nella necessità di un tipo di agricoltura attenta e rispettosa dell’ambiente. “Sono sempre più convinta che la valorizzazione e la salvaguardia delle risorse del proprio territorio non siano solo una scelta etica, ma anche una forma di rispetto per la salute del consumatore”. Queste le parole di Sarah - “con questi valori ho voluto creare la Vendemmia Notturna, con la quale ho deciso di celebrare i luoghi più nascosti di Conegliano e delle colline del Prosecco, legati anche a luoghi sacri, come monasteri e abbazie, all’arte e all’agricoltura che li caratterizza“. La serata è stata aperta, nella magica luce del tramonto, con un ricco aperitivo a base di salumi, formaggi, pani, snack e in cui sono stati presentati e assaggiati i prodotti nati dalle aziende del territorio selezionate che hanno degnamente accompagnato i vini de La Vigna di Sarah, ma anche il suo gin prodotto con le botaniche del comprensorio. La cena ha avuto come momento topico il talk “Le colline del Prosecco di Conegliano Veneto Valdobbiadene Patrimonio Unesco: il nostro territorio“ dove si è discusso di chiese, monasteri, abbazie, vigneti eroici tra arte, mistero e sacro, elementi che rendono unico quest'affascinante zona. Moderato da Metis di Meo, conduttrice televisiva, attrice, autrice e giornalista, ha visto la partecipazione della Dr.sa Marina Montedoro, Presidente dell’Associazione Colline dell’Unesco, Cristina Falsarella, Direttrice dell’ufficio per l’Arte Sacra e Beni Culturali della Diocesi di Vittorio Veneto ed Elvira Bortolomiol Presidente del Consorzio Conegliano Docg. Il premio “La Vigna di Sarah Bio per l’Agricoltura Eroica“ è andato al Monastero Cistercense dei  Santi Gervasio e Protasio di Vittorio Veneto che ha avviato un interessante progetto per una nuova vendemmia dalla quale nascerà il Prosecco d’Abbazia con le uve prodotte dal monastero. Il premio è stato consegnato alla Madre Badessa Aline Pereira dal Presidente della Regione Veneto Luca Zaia (4), che ha partecipato insieme agli altri ospiti alla Vendemmia Notturna. Avviata dopo l’accensione dei suggestivi palloni lanterna che hanno illuminato il vigneto per far risaltare ancora di più la suggestiva notte di luna piena, la Vendemmia, unica nel suo genere, è stata un momento di grande impatto partecipativo per tutti gli ospiti che aspettano con trepidazione la nuova bottiglia di “Grappoli di Luna“ (5), avendo partecipato in prima persona alla raccolta delle uve. Una vendemmia serale alla luce della luna e con temperature più basse ha un effetto benefico sull’uva che arriva in cantina non ossidata e con una concentrazione dei succhi ben equilibrata. Visto il grande successo, Sarah pensa di estenderla a tutti i suoi vigneti. È stata inoltre premiata la squadra di Volley Femminile Imoco come esempio di sostegno femminile ad una realtà sportiva locale. Chissà quali novità avrà in serbo Sarah per il prossimo anno! Cinque sono le varietà di Prosecco che ci hanno appassionato all’assaggio. Oltre al già citato Grappoli di Luna, Colle 170, Rive di Cozzuolo in versione Brut ed Extra Dry e Borgo Luna. In tutti sono presenti al naso delicate nuances floreali di glicine e acacia accompagnate da quelle fruttate di mela verde per un gusto, ricco, deciso e vellutato. L’azienda Agrituristica ha anche delle belle camere, di cui qualcuna particolarmente suggestiva a forma di botte (6). Un luogo ideale per un weekend di enoturismo. Consigliatissimo!

 

Altre info:

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Fine delle vacanze. Parei, zoccoli e costumi lasciano il posto ad abiti e pantaloni. Si riparte (1). Per l’ufficio, però. Ebbene, tutto questo ricordando che, come diceva Confucio, “Scegli il lavoro che ami e non lavorerai neppure un giorno in tutta la vita”. Non possiamo che augurarvi che sia così e se non lo fosse, non è mai troppo tardi per cambiare o per ripensare a quel progetto da tempo nel cassetto. Certo, lo scenario (2) attuale tra inflazione, rincari e crisi climatica spinge a un sentiment di pessimismo diffuso, ...