01dic 2015
Kurage
Intriganti trasparenze giapponesi

Una medusa. What else? Kurage (1), medusa in giapponese appunto, così si chiama la straordinaria lampada presentata dalla Maison Foscarini durante l’ultima edizione del Salone del Mobile a Milano.

Le gambe snelle, in legno di frassino con finitura naturale, il corpo leggero rimandano nella forma e nell’apparenza all’affascinante essere marino.

Disegnata dal duo Nichetto - Nendo, nonostante l’immagine semplice, l’abat-jour nasce dopo un lungo lavoro di prototipi che ha portato alla scelta dell’eccezionale materiale del diffusore: la carta giapponese washi. Interamente fatta a mano, è ottenuta dalla lavorazione della fibra dell’albero di gelso, attraverso un procedimento complesso che affonda le radici nella tradizione. Proprio il materiale liscio ma irregolare e poroso al tempo stesso conferisce luce calda e soffusa per un effetto di sublime trasparenza (2).

Difficile non innamorarsene perdutamente: una volta accesa, poi, incanta e come per magia può cambiare totalmente la percezione di una stanza.

Kurage by Foscarini - Lampada da tavolo

Materiale: legno e carta washi

Colori: bianco

Dimensioni

Diametro 33,5 x p 30 x h 49 cm

Diameter 13 ¼” xd 11 ¾” x h 19 ¼

l. 19 1/8” x d 33/4” x h 18 7/8”

1

2

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...