27feb 2022
Il Pinot Nero Prime Alture e i migliori chef milanesi
Il progetto “La cantina di Milano“

Un progetto di vita. Un sogno che diventa realtà. La voglia di riscoprire un territorio, l’Oltrepo Pavese, terzo terroir al mondo per la produzione di Pinot Nero. Tutto questo ha mosso la passione di Roberto Lechiancole (1), che dal 2006, è riuscito in pochi anni a far diventare la sua creazione, Prime Alture, un punto di riferimento della viticoltura dell’Oltrepo. Circondato da validissimi collaboratori, Jean Francois Coquard enologo d’eccellenza di origine Borgognona, l’agronomo Claudio Giorgi e il mastro potatore Claudio Brunelli, ha creato un formidabile team (2) che eccelle nella produzione di Pinot Nero e Chardonnay (3). Un forte accento territoriale caratterizza i loro vini (4), con uve raccolte a mano in cassetta, pigiatura tempestiva e protezione dell’ossigeno dalla vigna all’imbottigliamento. “Monsieur Pinot Noir" rosso di punta della maison riposa in barrique per almeno 12 mesi  e “Bordo bosco" con affinamento in acciaio. Gli amanti delle bollicine trovano “Io per te" un Pinot Nero spumantizzato affinato 36 mesi sui lieviti. Completano la gamma “L’altra metà del cuore” un nobile Merlot, “Madame Chardonnay" profumato e raffinato, il bianco aromatico “Sopra Riva" da uve Moscato e Chardonnay, “Sotto Campo" un Merlot rosato, una classica Bonarda e un Passito di Riesling e Moscato. L'iniziativa  “La Cantina di Milano" (5) ha reclutato come ambassadors alcuni dei migliori chef Milanesi. Felice Lo Basso, Claudio Sadler, Tommaso Arrigoni, Manolo Teruzzi, Stefano Grandi, Andrea Provenzani, Giuseppe Postorino e Pasquale D’ Ambrosio sono l’avanguardia di uno scelto numero di grandi chef della città meneghina che abbineranno i loro piatti gourmet ai vini di Prime Alture con tanto di video ricette per seguire, passo passo, le loro creazioni e poterle replicare a casa (6). Ecco alcuni esempi: zuppa pavese rivisitata, riso Carnaroli Acquarello topinambour, fondo bruno di tonno, polvere di olive e katsuobushi, ravioli arrosto ripieni di ragù alla bolognese fondo di vitello al Marsala spuma di latte e macis, coniglio alla Wellington ketchup di peperoni e friggitello al tonno coniglio. Tutti piatti strepitosi che vi invitiamo ad assaggiare in abbinamento a queste perle di bacco made in Oltrepò nei ristoranti degli chef che aderiscono alla gustosa proposta. Decisamente da non perdere! 

 

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Estate. Calda. Ma anche estate meno blindata rispetto alle edizioni precedenti nonostante il Covid sia sempre tra di noi: circola, in agguato pronto a coglierci con un raffreddore o qualche linea di febbre quando crediamo di “averla scampata”. Quindi, tutti in vacanza ma tenendo la guardia sufficientemente alta (1). Ed ecco alcuni “paletti”, alias parole d’ordine, che ci sentiamo di consigliare tra un bagno e una passeggiata con gli amici. In questa ripresa ardua e faticosa ricordiamoci quanto sia bello il nostro gr...