28mag 2021
Firenze - Grand Tour: “un semplice vaso migliora la vita”
La mostra che racconta il meglio della ceramica italiana

Siete pronti per un tour di grande bellezza che vi lascerà senza parole? Succede a Firenze, allo splendido Giardino Corsini. Qui va i scena fino al 6 giugno, il lungo viaggio di Grand Tour, la mostra itinerante alla scoperta della straordinaria tradizione e contemporaneità della ceramica italiana attraverso la collezione di rappresentanza dell’AICC-Associazione Italiana Città della Ceramica

Una sfilata di manufatti unici, tra riedizioni di pezzi storici e interventi di restyling, testimoni di stili diversi: dall'Arcaico al tardo Medioevo, dal Rinascimento al Settecento, dal Neoclassico al secolo dei Lumi, al Liberty e al Decò, fino al Design contemporaneo.

“Avere la possibilità di presentare al pubblico la bella mostra “Grand tour” ci emoziona, perché descrive con intelligenza e gusto, ciò che il nostro paese ha saputo tramandare nelle tante “città della ceramica” raccontando – come solo il pane del resto sa fare – le diversità di ogni regione, territorio, frazione in un caleidoscopio di forme, colori e sapori”, dichiarano Sabina Corsini, Presidente dell’Associazione Giardino Corsini e Neri Torrigiani, ideatore ed organizzatore di Artigianato a Palazzo (1). 

"Non stiamo parlando di artisti o di designer ma di maestri ceramisti, quindi tecnica e arte, unite per oggetti d’uso, cioè per una funzione anche decorativa” - ha dichiarato in conferenza Viola Emaldi curatrice della colorata esposizione insieme a Jean Blanchaert e Anty Pansera.

La mostra, organizzata per blocchi tematici (2) e coordinata da Giuseppe Olmeti, è composta da oltre 170 opere (3) provenienti da 15 regioni per 45 comuni italiani, centri di produzione ceramica depositari di un saper fare straordinario tramandato da secoli: dalla Puglia al Veneto, dalla Sicilia e Sardegna alla Liguria e Piemonte, dagli Abruzzi alla Romagna e alla Toscana.

L’Italia raccontata attraverso le proprie ceramiche (4): un viaggio nel viaggio, con un richiamo nominale al viaggio culturale in Italia, che dalla fine del Seicento ha portato nel nostro Paese giovani studenti ed intellettuali europei, alla scoperta del nostro patrimonio storico. 

E come nomade è il viaggio del “gran turista”, così è l’allestimento espositivo di Grand Tour, mobile ed adattabile come un bagaglio nel suo essere costituito dalle stesse casse di trasporto che, prima aperte e poi combinate in una grande installazione dove ogni parte si fonde in una caleidoscopica visione d'insieme, si richiudono, infine, in direzione della prossima meta.

Non resta che concludere con le parole ancora di Viola Emaldi: “Città che incontri, ceramica che trovi”… Non perdete l’appuntamento ora a Firenze (5 - 6).

 

“GRAND TOUR” è una mostra intelligente ed itinerante, che è stata presentata in molte città italiane ma soprattutto all’estero presso Musei e sedi istituzionali, da Bruxelles a Aubagne, da Argentona a Boleslawiec, da Lugano a Cracovia fino a Rijeka.

L’AiCC - Associazione Italiana Città della Ceramica è un’associazione senza fini di lucro alla quale aderiscono 45 Comuni di 15 Regioni: Albisola Superiore, Albissola Marina, Appignano, Ariano Irpino, Ascoli Piceno, Assemini, Bassano del Grappa, Borgo San Lorenzo, Burgio, Calitri, Caltagirone, Castellamonte, Castelli, Cava dei Tirreni, Celle Ligure, Cerreto Sannita, Civita Castellana, Città di Castello, Cutrofiano, Deruta, Este, Faenza (che la presiede fin dalla fondazione), Grottaglie, Gualdo Tadino, Gubbio, Impruneta, Laterza, Laveno Mombello, Lodi, Monreale, Montelupo Fiorentino, Napoli-Capodimonte, Nove, Oristano, Orvieto, Pesaro, San Lorenzello, Santo Stefano di Camastra, Savona, Sciacca, Sesto Fiorentino, Squillace, Urbania, Vietri sul Mare, Viterbo.

 

“GRAND TOUR” 

29 maggio - 6 giugno 2021

Ingresso libero 

Orario:

sabato e domenica 10,00/19,00

da lunedì a venerdì 15,00/19,00

 

Giardino Corsini 

Via della Scala, 115

Firenze

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Finalmente entriamo in quel periodo dell'anno che sa di Primavera. E per noi di FoodMoodMag a sbocciare è l'universo in rosa (1). Sì, perché continua con grande successo il nostro format Woman-Power che tratta di donne con la D maiuscola che si distinguono nel loro settore di riferimento. Dal food, all'arte, al design, all'agricoltura, passando per la politica o la letteratura. Protagonisti il talento, la determinazione, il coraggio e la r...