14apr 2023
Milano Design week 2023: - 3!
Are you ready for the best?

L’adrenalina di design addicted e di semplici appassionati o curiosi aumenta! Sì, perché la design week milanese è ormai alle porte e il desiderio di scoprire le novità del settore arredo e dintorni è forte. 

Avete già stilato il vostro programma? Fatelo! Miraccomando! Gli appuntamenti in giro per la metropoli sono a centinaia e senza un calendario ben preciso, si rischia di perdere il meglio (oltre che la bussola…)!

Nel mentre, ecco alcuni spunti in anteprima!

Colmo explore the nature

Colmo, azienda cinese di elettrodomestici premium dotati di IA, partecipa per la prima volta al Fuorisalone 2023 con l'installazione ”COLMO: EXPLORE THE NATURE (1). Presentata nel 2018 sul Monte Bianco, la cima più alta d’Europa, Colmo – dal cinese “scalata” - è specializzata nella produzione di dispositivi in grado di portare il futuro nelle case. “Simply Extraordinary”, come recita lo slogan aziendale, seguendo il concetto di “tecnologia al servizio dell’uomo”.

Dove? Opificio 31, all'interno del circuito Tortona Design District 

Le due anime di Novacolor

Soul e pop (2) si incontrano per mostrare la trasversalità di Novacolor. Il Soul: ad interpretare l’istinto concettuale e spirituale di Novacolor, sarà “Texture & More”, la collezione di texture da pareti ideata dallo Studio Salaris, centro creativo del design milanese.  Il Pop: a rappresentare l’arte democratica di Novacolor sarà invece la preview del progetto Novacolor Wallpaper Collection curato all’Arch. Gian Paolo Venier di OTTO Studio. Una proposta pop di carte da parati che racconta "la freschezza e la leggerezza delle camicie di cotone, indossata dalle pareti di uno spazio”. Un progetto che vuole parlare a tutti attraverso un linguaggio catchy e dinamico e una combinazione friendly di colori e disegni. 

Dove? Novacolor flagship store di Corso Garibaldi in Brera

La “leggerezza” di Plinio il Giovane

Quest’anno Mario Prandina, in arte Plinio il Giovane, presenta un sofisticato tavolo in rovere con snellissime gambe di sezione ottagonale e stupirà anche con una collezione di mobili in-door out-door in metallo. Grazie alla collaborazione con gli straordinari Homo Faber di Officine Meccaniche Mimec, Plinio il Giovane ha realizzato un’intera linea di prodotti leggerissimi (3), come da sempre trasformabili e con una doppia funzione. Il nome della collezione è IDO’. 

Dove? Plinio il Giovane in via Enrico Cernuschi, 1 

Linfa Eat Different, per una pausa pranzo tra lo chic e il vegan

Se tra uno show-room e l’altro, lo stomaco chiama, ecco un indirizzo utile per una pausa gourmet e salutare. Concept di ristorazione sostenibile nel Design District milanese per eccellenza, la cucina di Edoardo Valsecchi propone piatti vegan chic con l'obiettivo di trainare un cambiamento nel settore del food. L’anima green di Linfa è enfatizzata dal design ricercato degli arredi interni (4), frutto dell’eccellenza artigianale Made in Italy capace di valorizzare il tema dell’economia circolare e del riciclo. 

Dove? Via Bergognone, 24

Il fascino di De Castelli 

Per la mostra collettiva Inter Nos organizzata dalla galleria Dilmos, De Castelli è con Alessandra Baldereschi per il tavolo Robin, realizzato con una lastra in ottone sinuosamente modellata e curvata grazie alla sapienza artigianale dell’azienda. Delicato, poetico e con un dettaglio quasi magico, il tavolo Robin, in limited edition, diventa il centro dell’installazione che, come il frame di un episodio onirico e fiabesco, racchiude tutto l’immaginario fantastico della designer (5).

Dove? Via San Marco 1

Andrea Castrignano e l’“Atelier del Design”

“Atelier del Design” (6) è il nuovo progetto di Andrea Castrignano che verrà inaugurato ufficialmente in occasione della Milano Design Week 2023. Uno spazio importante che si sviluppa su una superficie di 500 mq (su due livelli) interamente dedicati all’interior design e all’home industry declinati in quella concezione tailor made che contraddistingue da diversi anni la filosofia progettuale di Castrignano. Pensata per accogliere gli ospiti “come a casa”, la casa campione vede la presenza sia delle aziende con cui lo studio collabora da anni, sia di realtà emergenti che hanno deciso di sposare “Atelier del Design” e la filosofia sartoriale che connota ogni progetto di Castrignano. Il resto lo scoprirete la settimana prossima!

Dove? Piazza del Tricolore n. 3

 

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Ecco che come ogni anno in questo periodo viene annunciato (1) il colore Pantone 2024. Peach Fuzz (codice 13-1023), un pò rosa, un pò arancio, la tonalità prescelta che strizza l’occhio all’universo food a noi tanto caro. Sì, perché è la tinta della pesca (2), come il nome lo identifica: un rosa caldo, morbido, delicato. Che comunica condivisione, voglia di stare insieme e di fare sana comunità. Nell’arredo poi, invita al comfort, ma altresì trasmette sensazioni delicatamente sensuali, vellutate (3...