24lug 2022
Livorno - Effetto Venezia: “Il gioco della natura”
La mostra che racconta, giocando, l’urgenza ambientale

Giochiamo? Sì, ma purché il tema sia l’ambiente e l’urgenza climatica protagonista indiscussa. La mostra in questione si intitola “Il gioco della natura”, a cura di Gaia Bindi, e propone 16 opere d’arte, tra installazioni e video, realizzate da 21 artisti emergenti, all’interno della manifestazione Effetto Venezia (1) che, da anni ormai, anima l’estate cittadina (Quartiere la Venezia) con teatro, musica ed arte (2 - 3), dal 3 al 7 agosto 2022.

Un vero e proprio divertissement “naturale” che si sviluppa come un itinerario a piedi nelle strade del celebre e popoloso quartiere della Venezia livornese, camminando per le quali il visitatore è invitato a seguire un percorso che si ispira al famoso Gioco dell’oca, proposto qui in chiave ecologica. Come si evince, la mostra ha per tema la Natura (4) nelle sue multiformi componenti e il cammino espositivo, organizzato a tappe, è finalizzato alla sensibilizzazione ambientale: ogni tappa presenta in modo ludico e divertente un argomento riferito all’ecosistema (5 - 6) in cui viviamo, che oggi chiede sempre maggiore attenzione e nuova consapevolezza. In ogni stazione del gioco è presente un cartello ben visibile che pone una domanda semplice (per esempio: “A cosa servono le erbacce?”, “Cosa pensano gli alberi?”, “In natura, l’unione fa la forza?”), a cui il visitatore è invitato a dare una risposta guardando l’opera d’arte collocata a fianco, riflettendo sull’immagine che propone e, talvolta, interagendo con essa. Nello stesso cartello, sotto il numero che identifica la tappa del gioco e la relativa domanda, compare indicato il nome dell’autore dell’opera, il titolo (con tecnica e misure) e un breve testo critico. Per completare l’intero percorso, il visitatore-giocatore è guidato nel suo cammino da segnali visivi e da un pieghevole, distribuito gratuitamente, che serve come mappa geo-concettuale per seguire l’esposizione, dove sono riportate tutte le opere e i testi pubblicati nella cartellonistica. I contenuti della brochure saranno resi disponibili al pubblico anche tramite QRcode per una fruizione personale sullo smartphone.

 

Gli artisti presenti all’esposizione sono Nico Angiuli, Margherita Bertoli, Benedetta Chiari e Elisa Pietracito, Mohammad Fallah, Pamela Gori e Eva Sauer, Giulia Guidicelli e Federica Vaia, Rocco Lopardo e Giovanni Marino, Jasmine Morandini, Pengpeng Wang, Robert Pettena, Qiu Yi, Marco Signorini, Simoncini.Tangi, Zoya Shookohi, Marta Travaini, Zhang Yun.

 

Altre info:

 

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Estate. Calda. Ma anche estate meno blindata rispetto alle edizioni precedenti nonostante il Covid sia sempre tra di noi: circola, in agguato pronto a coglierci con un raffreddore o qualche linea di febbre quando crediamo di “averla scampata”. Quindi, tutti in vacanza ma tenendo la guardia sufficientemente alta (1). Ed ecco alcuni “paletti”, alias parole d’ordine, che ci sentiamo di consigliare tra un bagno e una passeggiata con gli amici. In questa ripresa ardua e faticosa ricordiamoci quanto sia bello il nostro gr...