13dic 2018
I francesi lo fanno meglio? 3 Champagne per le feste

I francesi lo fanno meglio? Cosa? mi chiederete voi. Il vino (1). Forse o forse no. Sicuramente lo sanno raccontare e anche vendere. In questo come in molte altre attività sono maestri. Ma un fatto è certo: andate a cena da amici con una bottiglia di Champagne e la felicità dei commensali sarà subito palese. Classe, bon vivre, eleganza ecco cosa evoca questo vino sinonimo di occasioni speciali e lusso. In una parola, un simbolo anche per gli italiani più patriottici, gli irriducibili di Bacco made in Italy. Prima o poi (più prima che poi) cedono e pure loro aprono una "bouteille de Champagne". E' storia.

Nel nostro scouting del vino da proporre per la tavola di Natale (o di fine anno), abbiamo guardato anche oltralpe ed ecco, grazie al supporto di Pescarmona Importatori, cosa vi proponiamo.

2 - Maison Duval-Leroy di Vertus - Femme de Champagne. Brut Grand Cru: Vitigno: 80% Chardonnay - 20% Pinot Noir. Struttura fine e delicata per questa cuvée che regala un vino di finezza e complessità aromatica eccezionale. È il riflesso dell’eleganza e della ricerca dei migliori crus per una degustazione indimenticabile. Composto dall’80% di Chardonnay e dal 20% di Pinot Noir, Femme de Champagne Brut Grand Cru è il risultato di un delicato assemblaggio delle migliori parcelle Grand Cru della Champagne (Avize, Chouilly, Le Mesnil sur Oger, Ambonnay). In bocca un sapore seducente di nocciola riveste le note fiorite di caprifoglio, di scorze e di frutti gialli. Prezzo al pubblico da 75 cl.: a partire da Euro 100,00.

3 - Maison Duval-Leroy di Vertus - Fleur de Champagne. Vitigno: 70% Chardonnay - 30% Pinot Noir. Dal 1911, con l’ufficializzazione della scala dei crus, Raymond Duval-Leroy, desideroso di rendere omaggio ai suo predecessori, creò un vino d’eccezione. Fu il primo ad elaborare uno champagne assemblando i vitigni Chardonnay e Pinot Noir selezionati esclusivamente nei villaggi classificati Grand Cru e Premier Cru della Grande Vallée de la Marne, della Montaigne de Reims e della Côte des Blancs. In occasione della prima degustazione, Raymond Duval-Leroy individuò un aroma di fiori bianchi che esalava un profumo evocatore della “fleur de vigne”. Abbinamenti: carpaccio e aragosta
Da sapere che questa Maison di vini è tra le più importanti della Côte des Blancs, dove vengono prodotti i vini più eleganti e fini della Champagne. È, inoltre, partner ufficiale della catena Relais & Chateaux e del prestigioso Istituto Paul Bocuse dell’omonimo chef francese 3 stelle Michelin. Prezzo al pubblico da 75 cl.: a partire da Euro 45,00.

4 - Bouvet– Ladubay - Saphir Brut Vintage. Vitigno: Chenin - Chardonnay. Uno dei primi vini a ottenere l’appellazione AOC in Francia, nel suo bouquet si mischiano frutti bianchi, pesca, acacia, miele e noisette. Il perlage è fine e persistente per questo spumante dall’impareggiabile rapporto qualità/prezzo. La prestigiosa cantina nasce nel 1851 a Saumur diventando presto una delle prime produttrici di vino elaborato secondo il metodo tradizionale in Francia ed è oggi riconosciuta come un vero e proprio gioiello della Valle della Loira. Prezzo al pubblico da 75 cl.: a partire da Euro 17,00.

Gli Champagne sono acquistabili nelle migliori enoteche, wine-bar e in una selezione di ristoranti.


Maggiori info:

Telefono : 011533471

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Ecco che come ogni anno in questo periodo viene annunciato (1) il colore Pantone 2024. Peach Fuzz (codice 13-1023), un pò rosa, un pò arancio, la tonalità prescelta che strizza l’occhio all’universo food a noi tanto caro. Sì, perché è la tinta della pesca (2), come il nome lo identifica: un rosa caldo, morbido, delicato. Che comunica condivisione, voglia di stare insieme e di fare sana comunità. Nell’arredo poi, invita al comfort, ma altresì trasmette sensazioni delicatamente sensuali, vellutate (3...