04ott 2021
Cantine Sgarzi - CIAO®: il vino in lattina
La visione brillante e di gusto per un consumo moderato e a porter

L’idea è decisamente originale, simpatica e, perché no, versatile. Stiamo parlando del vino fermo (e non solo) in… lattina (1)! Puristi e d’intorni non arricciate il naso perché la formula a porter di Bacco non è mai stata così “intelligente” e, mi sento di aggiungere gradevole al palato. Dietro questa linea “fuori dai soliti schemi” c’è il brand Cantine Sgarzi Luigi della Famiglia Sgarzi (2) con sede a Castel San Pietro Terme (3), in provincia di Bologna che, forte di un background  (4) di tutto rispetto dal 1933, esporta in più di 80 Paesi nel mondo.

Ma torniamo al polivalente pack…

Dicevamo vini fermi, con CIAO® Pinot grigio IGT Terre di Chieti e CIAO® Rosso IGT Terre di Chieti. Il microclima abruzzese, montuoso e marittimo allo stesso tempo, caratterizza la crescita delle uve scelte da Sgarzi per questi vini. Il primo ha 12 gradi ed è ottenuto da uve 100% Pinot Grigio. Con un colore finale giallo limone brillante, è un vino fresco e di facile beva. Il secondo, invece, ha 13 gradi ed è ottenuto principalmente da uve Sangiovese coltivate nella provincia di Chieti. Il colore è rosso rubino vivace con riflessi violacei, al naso sentori fruttati e delicati di violetta. Il risultato è un vino morbido, armonico e di medio corpo. Ma non finisce qui…

Della stessa gamma, il Moscato IGT Rubicone, il Bianco e il Rosato IGT Veneto, con bollicine fini e persistenti, ottenute tramite rifermentazione in autoclave seguendo il metodo Charmat-Martinotti e poi drink come il Mojito o alcohol free come il Lemon peach. 250 ml - una lattina equivale a poco più di un bicchiere - da portare in borsa quando si va dall’amica, in barca, nello zaino durante una passeggiata slow alla scoperta della nostra magnifica penisola, per un concerto etc… Sono infinte le occasioni che si prestano a un consumo facile, pratico, senza mettere in secondo piano la qualità e prediligendo il principe healthy del bere con moderazione (5).

“La lattina non intende sostituire il vino in bottiglia, ma anzi vuole ampliarne le occasioni d’uso. Il consumatore italiano è più affezionato alla bottiglia rispetto a quello statunitense, ma riteniamo che apprezzerà il vino in lattina, se non altro per imitare i trend americani, a patto che si riesca a dare a questi vini il giusto spazio con una corretta informazione. I nostri vini in lattina, del resto, sono certificati" - dichiara Sgarzi.

Un prodotto “accomodante”, chic, pronto all’uso - non necessitano cavatappi o bicchiere - e, diciamola tutta,  sostenibile.

Il packaging in alluminio, infatti, è più eco friendly della bottiglia: ha tempi di riciclo inferiori rispetto al vetro, produce meno Co2 in fase di trasporto ed è molto più facile da stoccare e conservare. Scusate se è poco…

  

La linea CIAO® in lattina è stata lanciata sul mercato giapponese in occasione dei Giochi Olimpici di Tokyo ed è ora disponibile in Italia ed in Europa. 

 

 

Altre info: 

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Ecco che come ogni anno in questo periodo viene annunciato (1) il colore Pantone 2024. Peach Fuzz (codice 13-1023), un pò rosa, un pò arancio, la tonalità prescelta che strizza l’occhio all’universo food a noi tanto caro. Sì, perché è la tinta della pesca (2), come il nome lo identifica: un rosa caldo, morbido, delicato. Che comunica condivisione, voglia di stare insieme e di fare sana comunità. Nell’arredo poi, invita al comfort, ma altresì trasmette sensazioni delicatamente sensuali, vellutate (3...