08gen 2023
Pitti Uomo 103, la bussola del bel vestire maschile

A Firenze, apre Pitti Uomo 103, l’appuntamento cult della moda uomo che verrà, dal 10 al 13 gennaio 2023, nella consueta sede della Fortezza da Basso. Quattro giorni durante i quali la manifestazione di riferimento per la moda maschile e il lifestyle (1) ospiterà i protagonisti del menswear internazionale (2), i brand di riferimento (3) e i progetti più innovativi, con un programma di anteprime, eventi e appuntamenti da non perdere (4). 

759 brand in totale di questi il 40% proviene dall’estero.

Tema degli imminenti saloni invernali - PITTIWAY - dove al centro c’è, senza dubbio, la voglia di ripartire, anche se deciderne la direzione, facendo delle scelte precise non è semplice. Ci si muove, ci si blocca, ci si riavvia. La direzione “lineare”, non ci appartiene, non ora almeno. Curvare, scartare, decelerare, accelerare, superare, fermarsi. Sono questi gli avvisi contrastanti che sembrano guidare i comportamenti di tutti noi, in un momento di grandi incertezze - “PITTIWAY sottolinea le tante scelte che siamo portati a valutare per uscire dal complicato ingorgo globale”, dice Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine. “In questo momento non facile, ma anche creativo, innovativo, diverso, i saloni Pitti Immagine saranno una bussola per definire nuove direzioni, ipotizzare percorsi, considerare delle scelte per poi ripartire. In Fortezza ci saranno linee, frecce, curve, inversioni su cui surfare per andare veloci. Una segnaletica a volte contraddittoria che dimostra un’inesauribile energia: la stessa che porta verso nuove direzioni e, ancora tutte possibili, del futuro”. Ed ecco che PITTIWAY interpreta il mood e le aspirazioni di oggi, trasformandoli nel filo conduttore delle campagne pubblicitarie e degli allestimenti in Fortezza da Basso. Un risultato cromatico e dinamico, pop e street insieme, che nella campagna ideata per Pitti Uomo 103 si condensa nel video firmato dal regista Leonardo Corallini e interpretato dal danzatore Giampaolo Gobbi.

La Fortezza da Basso diventa giungla di informazioni visive, tra totem, strisce e led che illuminano le ore serali, con una serie di speciali allestimenti seguiti dall’architetto Alessandro Moradei. Una moltitudine ludica di cartelli che prendono in prestito il linguaggio segnaletico e lo reinterpretano con una grafica pop e originale. Quale direzione prendere? Nella moda, come in strada, la scelta non è obbligatoria, il senso non è sempre unico. Una metafora dei numerosi input fashion e dei percorsi trasversali alle tendenze che i saloni di Pitti Immagine offriranno ai visitatori in una scenografia sempre diversa. Al via quindi a collezioni, eventi, new entry, importanti buyer internazionali etc. In questo scenario pregno di spunti e creatività, torna, tra gli altri, I GO OUT, la sezione del salone che interpreta il trend contemporaneo dell’outdoor style (5), rivolgendosi ai migliori concept store e agli e-shop più esigenti. Tra i marchi già confermati ci sono: Alba Optics, Cotopaxi, Coxmoore, Ræburn, Holden, Vibram X Holubar, Nigel Cabourn X Holubar, Keen, Streim, Subu, Teva, True Tribe, Yarmouth Oilskins, Yogi.

Ma c’è di più… Pitti Uomo lancia the SIGN in collaborazione con Ghost Studio. Un’area speciale dedicata agli oggetti e ai complementi di arredo più innovativi, ma anche un'opportunità unica rivolta a buyer ed espositori. Selezione ad alto tasso creativo, the SIGN è alla Sala delle Nazioni, nel percorso Superstyling riservato alle collezioni di ricerca. Largo ai pets! Ma solo se con un pizzico di fashion… Pitti Uomo per prima volta dedica uno spazio esclusivo agli accessori e al lifestyle pensati per gli animali che ci sono più vicini. Alla Polveriera va in scena un’area speciale dedicata al mondo che ruota attorno ai cani e ai gatti (6), espressamente disegnata da Ilaria Marelli, architetto e designer che ha firmato importanti allestimenti per brand lifestyle internazionali. Un nuovo progetto espositivo che accende i riflettori su una selezione di 15 brand che con le loro creazioni – abbigliamento, accessori, prodotti per la cura degli animali, oggetti e arredi per la casa – stanno rivoluzionando il mondo dei pets. Una novità con la quale Pitti Uomo vuole intercettare un segmento di mercato in grande crescita, e raccontare a buyer e stampa quanto possono essere fashion guinzagli e cucce. Ecco alcuni dei nomi già confermati: 2.8 Duepuntootto, Baurdelle, Frida Firenze, Genuina Pet Food, Lollipet, Manto, Mjo, Omniagioia, Paola Navone per 2.8 Duepuntootto, Pelo Foundation, Poldo Dog Couture, The Painter’s Wife.

Questo e molto altro, per conoscere i futuri trend di abbigliamento e accessori maschili.

 

Altre info:

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...