04set 2017
NOVITA' PROFUMI
A FIRENZE PITTI FRAGRANZE 2017

Li sentite anche voi i profumi che si stanno sprigionando nell'aria? Sono sinonimo di un autunno che è alle porte e sta cercando di farsi spazio tra gli ultimi calori estivi, quasi a volerci risvegliare dal torpore che ci ha avvolti e coccolati per tutta la stagione, trascinando al suo arrivo una varietà di nuovi odori che sembrano così lontani da quelli cui eravamo abituati fino a pochi giorni fa. Ma dall'8 al 10 settembre quelli che sentirete propagarsi per le vie di Firenze saranno quelli di Fragranze 2017.

Esatto! Avete letto bene. La manifestazione più profumata dell'anno è (quasi) pronta ad aprire il salone della Stazione Leopolda. Ad attenderla, giornalisti, commercianti, esperti del settore, profumieri d'eccezione e nasi conosciuti che presenteranno le novità all'interno del variegato mondo delle fragranze d'eccellenza. Tema della quindicesima edizione sarà la sostenibilità, argomento molto dibattuto in questo campo e non ancora totalmente risolto.

Ospite d'eccezione il guru dell'innovazione Fabrice Leclerc, imprenditore, docente universitario alla Bocconi di Milano, che vanta collaborazioni con l'etical fashion team delle Nazioni Unite e con società come Google, Nespresso, L'Orèal ed Alessi, il quale cercherà di far luce sulle nuove frontiere della sostenibilità nella cultura olfattiva. Uno speciale talk, dotato di grande importanza ed interesse, sarà infatti "Ethics and Sustainability in the Niche Perfumery", progetto sviluppato in collaborazione con MANE, azienda francese leader mondiale nella creazione di fragranze.

Pitti Fragranze presenterà inoltre la nuova edizione di RAW, il format interamente dedicato alle spezie che, da sempre, trovano un ottimale impiego nella creazione dell'essenze stesse.

Fra gli espositori che parteciperanno troveremo fra gli altri: Acqua di Stresa, Affinessence, Acampora Profumi, Calè, Bentley Fragrances, Carthusia Profumi di Capri, Francesca dell'Oro Parfum, Jul Et Mad Paris, Pininfarina, Lang New York.

Drizzate il naso, è il momento di lasciarci avvolgere da una deliziosa nube profumata che ci trasporterà all'interno di mondi unici.

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...