17apr 2020
Il lato glam delle mascherine lavabili multiuso
Closca Mask, design e sicurezza

Ormai è come una seconda pelle. Complice quotidiana quando usciamo per la spesa o altro. E lo sarà sempre di più anche per i mesi a venire. Stiamo parlano ovviamente della mascherina (1), sì quella che normalmente ci faceva sorridere quando, in tempi non sospetti, osservavamo anche un pò stizzosi, asiatici di tutte le età indossarla "a casa nostra". Era ieri. Oggi lo scenario si è ribaltato. E non sorridiamo più.

Per fortuna però, non sono poche le aziende italiane ed estere a progettare mascherine ripensate come accessorio gradevole da indossare tutti i giorni, un pò come la borsa o il cappello. Un esempio? La Closca Mask (2), bella e funzionale, un oggetto che cavalca il cambiamento, un'icona dell'era del Coronavirus, certo, ma ancor di più del 21esimo secolo. E non è retorica. L'azienda che le produce è la spagnola Closca design le cui creazioni sono state spesso insignite di premi internazionali come il casco da bici (Closca Helmet) che nel 2015 vinse il Red Dot Design Award e,  anche ora, è tra gli oggetti ufficialmente in vendita al MoMA di New York.

Ma torniamo alla Closca Mask...

In principio fu disegnata per per fronteggiare smog, inquinamento, polveri e microrganismi... Poi venne il Covid-19.

Ed eccola ancora più performante (3) per meglio adattarsi alle nuove regole vigenti: sono 6 i filtri intercambiabili. Una volta inseritone uno nell'apposito spazio non aderente al viso, si è pronti per uscire di casa. Lavabile, ripiegabile e riponibile in una simpatica bag o nella propria borsa, la mascherina ha un elevato livello di confort e si adatta a diverse taglie e conformazioni del viso grazie anche alla pratica chiusura in velcro. E' disponibile in vari colori tra cui il bianco, il nero e il grigio. Ma si contano altre 5 varianti cromatiche.

Un prodotto che, come ben sottolinea Carlos Ferrando CEO del brand di Valencia, racchiude i principi cardine della philosophy aziendale: sicurezza e rispetto ambientale con al centro la riduzione di plastiche mono uso. A questo si aggiungono la facilità di utilizzo e di approvvigionamento tramite e-commerce. E non ultimo il lato glam (4). Ne vogliamo parlare?

 

Info di prodotto e acquisto: 

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...