13gen 2023
IED va oltre e amplia i proprio spazi didattici a Firenze
Palazzo Pucci accoglie nuovi studenti da tutto il mondo

L’Istituto Europeo di Design, IED, cresce, si amplia e offre nuove opportunità per studenti da tutto il mondo (1 - 2). Lo fa, innanzitutto, scegliendo un luogo iconico - Palazzo Pucci N6 - per l’ampliamento della sede IED Firenze (3). “Abbiamo inaugurato una strategia di crescita che prevede nuovi spazi” - ha raccontato in conferenza stampa, durante Pitti Uomo 103, Francesco Gori, Amministratore Delegato del Gruppo IED (4). “Manteniamo alta l'attenzione verso gli studenti italiani per dotarli degli strumenti necessari a perseguire un futuro di successo ma, allo stesso tempo, puntiamo ad aumentare gli studenti internazionali che nel passato recente sono stati quattro volte più numerosi nella città di Firenze. IED vuole infatti intercettare il crescente numero di studenti che dall'Asia e dalle Americhe vengono a studiare in Europa”. Palazzo Pucci è una struttura storica in centro città, plus non indifferente per un impatto sulla sostenibilità della vita quotidiana degli studenti ma è sopratutto un “mito” del made in Italy - “provate ad immaginare il sentiment dello studente che studia fashion design e lo fa proprio nei luoghi fisici dove Emilio Pucci creava le sue collezioni” - ha precisato Danilo Venturi, Direttore IED Firenze (5 - 6). Palazzo Pucci, residenza privata della Famiglia dal XV° secolo, oggi è sede di Emilio Pucci Heritage Hub, universo fatto di passione, creatività, tradizione e innovazione, italianità. Qui a marzo 2023 verranno inaugurati al primo piano i nuovi spazi IED Firenze, per permettere ai giovani designer di studiare e progettare in aule e laboratori che parlano di storia e patrimonio culturale, di made in Italy, di creatività e di maestranze. “Dopo eventi come la Pandemia e poi la guerra ancora in corso, si affaccia inevitabilmente una nuova era e i ragazzi sono coloro che scriveranno il domani” - ha sempre continuato Danilo Venturi. Ed ecco che moda design e comunicazione sono parte integrante di questa arena internazionale del cambiamento. Nel piano di sviluppo IED Firenze si inserisce anche la scelta di chiamare a Firenze i grandi nomi della moda internazionale per accompagnare gli studenti nel percorso di studi ed aiutarli a realizzare i loro potenziali in orizzonti più ampi, condividendo con loro le proprie competenze ed esperienze. L’occasione è data dal lancio dei nuovi Master Moda che, per la prima volta, prevedono il coinvolgimento nel ruolo di Mentor di professionisti stranieri e riguardano settori diversi: Danielle Kwateng, Executive Editor di Teen Vogue a New York e fondatrice del The Volta River; Elizabeth Bowring, Direttrice del settore Sfilate al Worth Global Style Network-WGSN di Londra; Theo Grassl, Membro dell’Executive board del Fashion Council e docente all’Università di Berlino e di Monaco; la imprenditrice, stilista, influencer e attrice Margherita Maccapani Missoni; Andrea Selvi, International Business Development & Buying Manager al Gruppo Yoox Net-A-Porter.

 

Altre info:

1

2

3

4

5

6

Photo Credits

Photo 4 : gianfranco Gori
Photo 5 : gianfranco Gori
Photo 6 : gianfranco Gori

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...