23apr 2019
Ginnastica facciale con Catherine Pez
Per risultati sorprendenti

L’estate è pressoché alle porte e la necessità di un fisico più in forma è inevitabile ma avete mai pensato di "allenare" anche il vostro viso? Sì avete capito bene, stiamo parlando di ginnastica facciale, un’attività consolidata e comprovata con risultati certi. Infatti se nel nostro corpo "perfetto" ci sono ben 600 muscoli, nella zona del viso se ne contano 50. E ovviamente determinano il nostro aspetto. Così come con l’avanzare degli anni la "forza di gravità" ci penalizza costringendoci a braccia come orecchie d’elefante o glutei non più sodi, ecco che anche l’elasticità e la tonicita della pelle diminuiscono. Che fare allora? Semplice, praticare la ginnastica facciale. Con un supporto "basico" come un libro associato a una buona dose di costanza e determinazione (1). "La ginnastica facciale è efficace, sicura e così semplice che sarebbe un danno privarsene", questa parole sono di Catherine Pez autrice del bel manuale "‘Ginnastica per il viso" dell’editore Sonda (2). Il libro non è recentissimo, benché sempre in commercio e reperibile anche on line QUI ma la scelta di "riproporlo" come "riscoperta" è avvalorata dalla indubbia qualità del testo, un vero evergreen per chi decide di approcciare questa disciplina (3). Per iniziare è importante avere uno specchio e una minima conoscenza di anatomia facciale che l’autrice spiega e illustra nella prima parte del libro (4). Una volta padroni della tecnica, gli esercizi si possono fare anche in macchina mentre si va al lavoro o in posta mentre si aspetta il proprio turno.  Al via dunque i pochi minuti di allenamento quotidiano per "ridare ai vostri tratti l’aspetto che gli anni, l’abuso delle sigarette e del sole hanno alterato" - rassicura la Pez. Gli zigomi si svuotano? I tratti cedono? Che ne dite... 5 minuti al giorno di un po’ di fatica e concentrazione a fronte dell’atto invasivo (e oneroso) di un chirurgo possono bastare per stimolarvi a provare? Io l’ho fatto. E non mi pento.

Catherine Pez

Ginnastica per il viso

Come mantenere un bel viso naturale

Editore Sonda

Brossura- 96 pagine

€12,90

 

 

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...