15set 2018
Firenze - Pitti Fragranze 16
Cronaca di una giornata molto "profumata"

Secondo giorno nel magico mondo di Pitti Fragranze - di cui abbiamo già parlato il 5 settembre 2018 QUI - alla scoperta della migliore profumeria artistica internazionale. Alla Stazione Leopolda la Redazione in forze (1) ha passato in rassegna molte novità per la bellezza e il benessere, con un focus particolare sulle essenze più esclusive e gli effluvi di nicchia (2).
Ogni edizione, questa è la sedicesima, è occasione eccitante ed imperdibile per incontrare nasi di "casa nostra” o provenienti dall’altra pare del globo. Veri guru del savoir faire di un teatro profumatissimo dove le fragranze d’autore che siano per la persona o per l’ambiente, raccontano tutte, nessuna esclusa, ricerca, talento, modernità. In una parola l’eccellenza di un mercato che non teme contrazioni.
Ecco quindi la maestria delle “storie” made in Italy, come Chartusia con la sua nuova gamma di candele che va ad implementare la serie Domus già esistente (3). Per un ambiente domestico che non vuole farsi dimenticare. Una gioia per l’olfatto, eleganti bicchieri sabbiati come Frutto di Bacco o Gemme di Sole, sprigionano aromi gradevoli, per una percezione diffusa di quiete. Che dire poi della preview che vorrebbero tutte le signore per Natale? Il Calendario dell’avvento limited edition (500 pezzi): una confezione regalo con all’interno 25 prodotti diversi tra profumi in miniatura e prodotti per il corpo. Da scoprire ogni giorno fino al 25 dicembre (4).
Dai raffinati effluvi di Capri al naso del maestro Luca Maffei, che per Laboratorio Olfattivo insieme a Roberto Drago ha dato vita a “Sacreste” (5), piccolo grande capolavoro sensuale e di carattere al contempo. Spiccano le due preziose note di incenso che si legano con il Cisto, l’Elemi e gli altri ingredienti speziati delle note di testa, per poi adagiarsi su un fondo legnoso e muschiato.
Ma non dimentichiamo che Pitti Fragranze è anche e soprattuto vetrina per tantissimi marchi oltre confine, circa il 70%.
Coté France abbiamo "assaggiato" sulla pelle Erotic e Crime (6) della collezione Rock & Riot firmata dal designer e creatore francese Franck Boclet. Inno alla bellezza e alla seduzione carnale il primo, invito alla tentazione e al mistero il secondo.
Dopo questa breve cronaca di una giornata tra note di testa e sentori inebrianti, volete sapere quale essenza mi ha rappresentata di più? Come quel vestito che nel nostro armadio non tramonta mai? "Dama" di Flumen (7). Oggi però, domani è un altro giorno. In fondo la donna è mobile...

Indirizzo : stazione leopolda firenze

1

2

3

4

5

6

7

Photo Credits

Photo 1 : gianfranco gori
Photo 2 : gianfranco gori
Photo 3 : gianfranco gori
Photo 4 : gianfranco gori
Photo 5 : gianfranco gori
Photo 7 : gianfranco gori

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...