10ott 2022
Firenze - L’O profumo: le fragranze by Ormonde Jayne
A Natale che verrà, regala emozioni olfattive!

Svelare il nostro io più autentico con libertà e sicurezza, grazie a una fragranza che ci vesta come un secondo vestito, c’è di più affascinate e misterioso? Ebbene, succede con le magnifiche fragranze firmate Ormonde Jayne (1) che abbiamo potuto sentire, provare e approfondire con la fondatrice inglese Linda Jayne Pilkington (2 - al centro), alla store L’O profumo in Borgo Albizi di Firenze.

Due parole su questa donna “vulcanica” ed orgogliosamente intraprendente…

La sua passione per i profumi è la naturale conseguenza di anni trascorsi all’estero, tra Africa, estremo Oriente e sud America: il naso, allora in erba, si dedica allo studio e alla conoscenza degli olii essenziali, fino alla realizzazione di olii da bagno e candele profumate, tra queste quella “perfetta” per Chanel. Una storia tutta in discesa fino ai primi anni del 2000 quando, rientrata nella madre patria, inaugura la sua prima boutique in Old Bond Street con il marchio Ormonde Jayne. Un successo annunciato, le cui creazioni nascono da olii essenziali puri ed esclusivi che Linda ricerca, in modo puntuale, in ogni angolo del globo.

 

A Firenze, la creatrice britannica ha presentato 4 referenze profumate…

Babylonia

Dominano note dolci e cipriate, con sfaccettature di iris, campanule e violette da zucchero filato. Non mancano accenni piacevolmente gourmand - ribes nero, pepe rosa, davana e bergamotto - seguiti dal calore paradisiaco di muschio morbido, resine, vaniglia e pralina. Un profumo che incanta, un pò come a Natale, diffondendo sentori romantici e di  joye de vivre.

Evernia 

Alla base di questo profumo morbido e sensuale, la filosofia gender-free tanto cara al brand. Al naso, irrompono da subito fiori intrecciati: giglio, fresia, iris e viola, in dialogo con l’affascinante aroma del muschio di quercia. La rosa marocchina aggiunge dolcezza e il cardamomo un'intensa ondata di spezie. Una fragranza irresistibile e tenace.

Montabaco Verano

Potente, vibrante, con una personalità forte come la donna che lo indossa (ci ha conquistati!). C’è l’America latina, il cuoio, il legno le foglie di tabacco. Un buon twist di pompelmo per un mood audace quanto basta, il cashmerre per donare cremosità e sensualità. 

Infine, Muscat 

Perfetto per la stagione calda (3), da indossare con sete leggere, è un mix seducente di zafferano, datteri, cannella e chiodi di garofano. L’oriente persuade e alleggia, afoso e sensuale. Note di oud addolcite con rosa, vaniglia e halwa creano un ensemble armonico che, proprio come una voce, non può che toccare le corde più intime di chi ascolta (4).

Il design dei flaconi (5), bellissimo nelle sue varianti cromatiche, sfaccettato e intagliato ai lati, svela un tappo che pare un elemento architettonico a sovrastare, con eleganza, le linee precise di un packaging armonioso.

 

Altre info:

 

 

 

 

 

 

 

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Si sgranocchia, si assaggia (1), ci si abbraccia, si ride, si affetta, si sbuccia, si piange per le cipolle (solo per quelle?), si improvvisano prodezze culinarie (2), si “ruba” un calice di rosso prima che il pranzo (3) abbia inizio, si adagia il panettone sul piatto di portata, la salsiera d’argento? e, finalmente, si ode “a tavola!”, un eco, non solo profumato, che si diffonde in tutta la casa e accarezza gli animi (e la gola) dei commensali che, lesti, trovano posto al convivio solenne (4).   Lo avete capito, spaccati di vita...