26apr 2021
Chanel N° 5 compie 100 anni
Un libro racconta il profumo del secolo

Fashion addicted e non solo segnatevi la data del 5 maggio perché un'icona di tutti i tempi arriva in libreria. 5 come Chanel N° 5 è infatti il protagonista assoluto di un nuovo volume illustrato, "Chanel N° 5. Il profumo del secolo" di Chiara Pasqualetti Johnson ed edito White Star (1 - 2). Il "profumatissimo" libro che parla della fragranza più famosa della storia (3) uscirà in contemporanea in tutto il mondo, in 4 edizioni internazionali (italiano, inglese, francese e tedesco). Illustrato da foto d’epoca attinte dagli archivi storici, dagli scatti immortali con Marilyn Monroe, dalle serigrafie di Andy Warhol e dalle più celebri campagne pubblicitarie, il testo della Pasqualetti Johnson ripercorre le tappe di una storia piena di colpi di scena, così avvincente da assomigliare a una favola moderna (4). “Decennio dopo decennio, la leggenda che lo avvolge ha fatto di Chanel N° 5 qualcosa che va ben oltre un semplice profumo, trasformandolo in un emblema culturale e sociale, capace di ispirare artisti, fotografi, registi” racconta l’autrice Chiara Pasqualetti Johnson. “Buona parte del suo successo si deve proprio alle infinite interpretazioni che sono state date a quel flacone trasparente con le due C intrecciate sulla base del tappo. Un oggetto così riconoscibile da trasformarsi in merce di scambio durante la guerra o in un’icona pop nelle serigrafie di Andy Warhol. Fino a diventare quello che è oggi (5). Un’ossessione olfattiva globale, il voluttuoso sussurro che segnala la presenza di qualcosa di ricco e sensuale. L’indulgenza verso il piacere, la fragranza di un sogno”. Il numero 5 ritorna anche nella divisione in capitoli, 5 appunto. Il primo è dedicato alla vita di Coco Chanel. Perché, se ogni leggenda ha un inizio, quella di Chanel N° 5 non poteva che cominciare con la storia della sua creatrice, una donna dalla personalità travolgente, con una vita da romanzo. Il secondo capitolo ripercorre le tappe della creazione del N° 5, “un profumo da donna, che sa di donna”. Dietro la nascita di una fragranza così seducente non poteva che esserci una storia d’amore: quella tra Coco Chanel e il granduca Dimitri Pavlovic, della dinastia dei Romanov. Durante la loro prima vacanza insieme, tra i campi di fiori della Provenza, nasce l’idea di produrre un profumo per la maison Chanel. È il 1921 e il mondo non sarà più lo stesso. Il profumiere Ernest Beaux mette a punto per Chanel una serie di campioni, tra i quali lei potrà scegliere quello che preferisce. Sprigionano sfumature diverse in una sinfonia odorosa di variazioni sul tema dal fantastico potenziale. Coco non ha dubbi e punta tutto sul numero 5. Quel bouquet audace e rivoluzionario viene racchiuso in un flacone trasparente, essenziale come un’opera d’arte astratta, che contribuirà al favoloso destino del N° 5, il tema del terzo capitolo. Saranno Andy Warhol e Marilyn Monroe a trasformare un clamoroso successo commerciale in un emblema culturale e sociale. Il quarto capitolo ripercorre mezzo secolo di pubblicità, attraverso i volti delle donne bellissime e dalla personalità dirompente che hanno interpretato lo spirito del profumo. Da Catherine Deneuve a Brad Pitt, il primo uomo testimonial della fragranza femminile per eccellenza. Sospesa tra leggenda e verità, la storia si conclude con un capitolo sulle storie segrete che nel tempo hanno aggiunto un tocco di mistero a Chanel N° 5.

 

 

Chanel N° 5 - Il profumo del secolo

di Chiara Pasqualetti Johnson

64 pagine illustrate a colori 15 x 22 cm

Maggio 2021

White Star

Prezzo € 14,90

 

Altre info:

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Si sgranocchia, si assaggia (1), ci si abbraccia, si ride, si affetta, si sbuccia, si piange per le cipolle (solo per quelle?), si improvvisano prodezze culinarie (2), si “ruba” un calice di rosso prima che il pranzo (3) abbia inizio, si adagia il panettone sul piatto di portata, la salsiera d’argento? e, finalmente, si ode “a tavola!”, un eco, non solo profumato, che si diffonde in tutta la casa e accarezza gli animi (e la gola) dei commensali che, lesti, trovano posto al convivio solenne (4).   Lo avete capito, spaccati di vita...