22gen 2024
SIGEP DI RIMINI, TOMMASO GROLLERO
Sul podio del DEL WORLD CHOCOLATE MASTERS

Si è concluso ieri 21 gennaio alle ore 18.00 con un’emozionante cerimonia la Finale Italiana per il World Chocolate Masters, il principale concorso mondiale dedicato alla creatività di artigiani e chef con il cioccolato, che ha visto sul podio più alto Tommaso Grollero, 28 anni di Mondovì (Cn). Tommaso ha scoperto da subito la passione per il cioccolato che lo ha portato alla Chocolate Academy di Milano, dove ha avuto la possibilità di collaborare con rinomati talenti internazionali. Dal 2021 è responsabile di produzione del reparto cioccolato di DaV a fianco del Maestro Davide Comaschi vincitore del World Chocolate Masters 2013 che lo ha preparato per questa edizione della competizione. Il lavoro organizzato e preciso, la creatività espressa in modo elegante e di impatto di Grollero hanno entusiasmato la giuria, presieduta da Matteo Berti direttore di Alma, scuola internazionale di cucina italiana, Anna Gerasi già finalista del World Chocolate Masters 2022, Frank Haasnoot vincitore dell’edizione internazionale del 2011 e Silvia Federica Boldetti Pastry Queen 2016. 

Durante tutto il sabato i giurati in base al regolamento ferreo della competizione hanno assistito con attenzione a tutte le fasi della performance dei quattro finalisti: Mohammed Elkourik, Tommaso Grollero, Francesco Maggio, Eris Mone che si sono sfidati sul tema proposto Play, creando prodotti da pasticceria che possano comunicare innovazione, ottimismo, piacere e gioia. I giudici hanno dato i punteggi in base a chiarezza della storia, potenziale commerciale, unicità, presentazione, esperienza di gusto, competenze tecniche, organizzazione e ordine.

Share the fan è stata la prima sfida che ha visto i concorrenti impegnati nella creazione di un dolce al cioccolato per il dopocena, da condividere con 6 persone a tavola. Hanno poi affrontato il tema Whimsical Bon Bon sulla pralina per poi passare a Playbox, la prova dedicata all’esposizione artistica di cioccolato che racconta la storia della pralina presentata. La prova si è conclusa con Pastry Play ossia la pasticceria al cioccolato fresca, realizzata, rifinita e presentata il giorno stesso in cui verrebbe venduta in un negozio. 

Mentre i giudici si sono riuniti per decidere il vincitore, il palco è stato conquistato dalla maestria di Anna Gerasi, che ha realizzato una sorprendente scultura con la scritta Play che poi si è composta anche con i corpi di una modella e di un modello elegantemente dipinti dal body painter Guido Daniele, che ha dedicato la live performance alla natura selvaggia delle piantagioni di cacao della cacao belt.

La Cerimonia finale è stata una grande festa per i giovani maestri coinvolti che hanno vissuto momenti di grandi emozioni e di stimoli creativi sviluppati in questi mesi di duro lavoro per arrivare al momento della finale e anche per tutto il pubblico che ha apprezzato la fantasia e le abilità esposte dai concorrenti.

Tommaso Grollero ha vinto e sarà lui a rappresentare l’Italia nella sfida delle sfide che porterà poi alla grande finale in ottobre 2025. Il plauso comunque va a tutti i partecipanti che hanno saputo dimostrare davanti ai giudici creatività, competenza e gioia nel fare questo mestiere meraviglioso. Non ci resta che ritrovare la stessa gioia nelle pasticcerie che cercano innovazione e gusto, ma che soprattutto rendono l’esperienza cioccolato un gioco, la parola d’ordine è Play!

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Ecco che come ogni anno in questo periodo viene annunciato (1) il colore Pantone 2024. Peach Fuzz (codice 13-1023), un pò rosa, un pò arancio, la tonalità prescelta che strizza l’occhio all’universo food a noi tanto caro. Sì, perché è la tinta della pesca (2), come il nome lo identifica: un rosa caldo, morbido, delicato. Che comunica condivisione, voglia di stare insieme e di fare sana comunità. Nell’arredo poi, invita al comfort, ma altresì trasmette sensazioni delicatamente sensuali, vellutate (3...