12feb 2020
Toscana social - Il bon ton in rete
Presentato il decalogo per Instagrammers e imprese

Largo ai giovani. Quelli con l'innovazione e la passione nel cuore, però... Questo è ciò che succede a un gruppo di amici, ben 4, con la predilezione per l'universo social e sopratutto per il territorio toscano e le sue numerose eccellenze.

Stiamo parlando di Gloria Mottini, Leonardo Cerini, Erika Bertelli e Marco Bartolini (1). Nomi forse non così noti ai più (per ora) ma con un progetto promozionale "Toscana è" dalle forti potenzialità di sviluppo. Un'associazione made in Tuscany pronta a valorizzare la bontà della regione, portandone il "verbo" anche oltre confine. Un piano ambizioso che passa inevitabilmente dalla cultura social e dai canali digitali. Ecco che è di qualche giorno fa la presentazione a Fiesole (2) dell'iniziativa appena nata e di uno strumento editoriale ad essa strettamente correlata, che indaga il possibile (e auspicabile) codice etico da perseguire quando si "naviga" nel mare magnum dei social. I 4 fondatori dell'associazione hanno, infatti, presentato "Digital bon ton" (3 - 4), la prima guida operativa per Instagrammers e imprese all'educazione sui social media. Un comodo manuale à porter, un decalogo pronto all'uso da consultare ovunque e dovunque, leggere e rileggere. "Quante volte aprendo Instagram, Facebook o navigando tra i commenti a un post è capitato di arricciare il naso?" -  racconta Leonardo Cerini, vice presidente di "Toscana è". La domanda è ancora più delicata se si considera che i social media sono ormai il fulcro della comunicazione moderna. Da qui l'importanza di tre elementi base quali "lealtà, trasparenza e coerenza" - continua sempre Cerini. Il volumetto oltre a elargire consigli preziosi per un bon ton attitude nei social, alla fine lancia un vero e proprio contest - #dilatua - con tanto di premi e giuria e con al centro l'ardua questione sulla buona educazione da applicare al mondo dei social media.

In conclusione, ben vengano iniziative che parlino di una regione antica per storia, cultura e buon cibo come la bellissima Toscana ma con un linguaggio attuale e sopratutto di... bon ton.

Che dire... #staytuned!

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

2020. Punto a capo. Si rincomincia, si svolta. Cosa ci aspettiamo? Un anno ricco di novità, di tendenze originali e inaspettate, di orizzonti tutti da scoprire, di linguaggi inediti dove la diversità sia una costante, ovunque e comunque (1). Questo è ciò che immaginiamo e che racconteremo, curiosi come sempre, variando la prospettiva in ogni momento, cercando di cogliere i germi, più o meno evidenti, del domani che verrà. E se volessimo indicare in una parola l'unico vero proposito da perseguire? No waste, due parole in realtà per non dimenticare l...