13lug 2019
Milano - A settembre l’arte dello chef pâtissier Amaury Guichon

Maître pasticcieri in erba, food addicted e chef segnate in agenda 11, 12 e 13 settembre perché il famoso maître chocolatier internazionale Amaury Guichon terrà a Milano un corso/evento esclusivo presso il Chocolate Academy Center dove presenterà la sua filosofia e la sua nuova linea di prodotti con la creazione di torte e monoporzioni

Ma chi è questo avvenente cugino d’oltralpe maestro indiscusso del mondo della pâtisserie? Classe 1991, considerato un talento naturale nella pasticceria e cioccolateria, è stato il direttore di boutique e responsabile ricerca e sviluppo dei prodotti da Hugo & Victor a Parigi e poi Chef de partie produit finition e R&D della Jean-Philippe Pâtisserie. Nominato tra i migliori giovani pasticceri apprendisti della regione parigina dall’organizzazione MOF (Meilleures Ouvriers de France), oggi gira il mondo per spiegare le sue tecniche e il suo approccio creativo alla pasticceria (Vedi anche QUI). Ingrediente fondamentale il cioccolato che in Italia ha la sua scuola per eccellenza proprio nel Chocolate Academy Center di via Morimondo. E, Udite, udite... il bel Amaury non è nuovo all'Italia: oltre ad avere un nonno veneziano,  spesso soggiorna nel Belpaese per piacere e diletto.

 

L’ evento è esclusivo e vi possono partecipare solo un numero ristretto di professionisti e pastrylovers. 

 

Facebook: www.facebook.com/chocolateacademyMilano/

Twitter: twitter.com/ChocoAcademyMI

Instagram: chocolateacademymilano

 

 

 

Photo Credits

Photo 1 : Courtesy Amaury Guichon

SPUNTI DI VISTA

EDITO

In questi giorni caldi di agosto mi sono imbattuta in uno di quegli immensi Garden center che offrono soluzioni di ogni tipo per un giardinaggio prêt-à-porter. Veloce, spesso elementare: una sorta di giardinaggio "pigro" dove il nuovo giardiniere preferisce il colpo d'occhio, l'estetica, trapianti ossessivi a discapito di tempi, innesti, semina accurata, pazienza (1)...

Ma che ne è di ciò che mia madre mi ha sempre ripetuto? E cioè che mettere le mani nella terra crea una benefica dipendenza, tale da non poterne più fare a meno? (2...