11set 2018
I promessi sposi a Firenze
A Villa Vogel l’opera musicale “Sotto il cielo di San Martino”

Un pò di mood meneghino a Firenze. il prossimo 15 settembre nel cortile interno di Villa Vogel, infatti, andranno in scena i Promessi sposi. O meglio, per essere più precisi, parliamo di “Sotto il cielo di San Martino”, l’opera musicale originale liberamente ispirata al famosissimo romanzo di Alessandro Manzoni. La pièce è firmata da Elisa Belli, che ha composto interamente sia le musiche che il libretto. La giovane autrice teatrale fiorentina è alla sua quarta opera originale: a portare in scena lo spettacolo saranno i componenti de “La Rosa e il Violino”, associazione culturale nata proprio nel Quartiere 4. Il gruppo è composto da musicisti e interpreti non professionisti, di tutte le età, provenienti da varie zone della Toscana; i numerosi personaggi dell'opera saranno così portati in scena da “gente comune”, e proprio per questo assumono una loro verità, nel nome di quel "realismo" con cui Manzoni li aveva descritti nel suo romanzo.

La trama dello spettacolo è la seguente: il giorno di San Martino è il termine scommesso da Don Rodrigo entro cui conquistare la bella Lucia, promessa sposa a un filatore di seta, Lorenzo Tramaglino detto Renzo, e tutto tenterà per impedirne il matrimonio, in un susseguirsi di luoghi, personaggi, fughe e rapimenti, in un Seicento oppresso dalla dominazione spagnola, tra guerre e rivolte, peste e carestia, ma anche teneramente accompagnato dalla Misericordia, protagonista silenziosa. Lo spettacolo si svolgerà nell'ambito dell'“Estate Fiorentina”, la rassegna culturale estiva patrocinata dal Comune di Firenze.

15 settembre alle ore 21, nel cortile interno di Villa Vogel; l’ingresso è dal parco della Villa (viale Canova).
Lo spettacolo è a ingresso libero.

Indirizzo : villa vogel firenze

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Natale (1) è... ritrovare ogni anno vecchi amici con cui festeggiare. No, questo pensiero non è mio, anche se lo condivido, ma si legge in un vecchio libricino di Schulz, magnifico disegnatore dei Peanuts. La frase è bellissima, incredibilmente vera. In fondo molti di noi celebrano il Natale in modo tradizionale. Consueto. Ogni famiglia ha i suoi cerimoniali che ritrova puntuale ogni anno. Cambiano forse gli addobbi. Certamente i regali. La mise en place del cenone stupisce per qualche ornamento in più ma il mood resta sostanzialmente intatto. Ed è bello sprofondare e lasc...

 

 

 

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.