29dic 2018
Firenze cosa vedere - 2019 ai Musei del Bargello
Biglietto annuale e mostre

Dal 1 gennaio 2019, i Musei del Bargello (Nella foto: Michelangelo Buonarroti, Tomba di Giuliano de'Medici duca di Nemours - Firenze, Cappelle Medicee - ph. Villa I Tatti) amplieranno l’offerta e le modalità di visita con l’introduzione di nuove tipologie di bigliettazione. Oltre a mantenere le tariffe e i singoli biglietti in vigore per ciascun istituto (Bargello 8 euro, Cappelle Medicee 8 euro, Davanzati 6 euro), sarà possibile acquistare un biglietto cumulativo, al costo di 18 euro, valido 3 giorni dalla data di emissione e, soprattutto, la grande novità sarà la possibilità di acquistare lo UAM Pass – biglietto annuale per 50 euro. Questa tessera offrirà un numero di accessi illimitato a tutto il gruppo dei Musei del Bargello, garantirà la priorità di ingresso, la possibilità di visitare le mostre senza maggiorazione del biglietto, la partecipazione gratuita a visite guidate, conferenze, eventi, laboratori per famiglie e concerti durante l’apertura dei Musei. Lo UAM Pass potrà essere acquistato nelle biglietterie dei Musei del Bargello (Cappelle, Davanzati e Bargello stesso) oppure online, e consentirà inoltre di usufruire di un 15% di sconto nei bookshop dei Musei del Bargello. "Con lo UAM-Pass i possessori potranno sentirsi componenti attivi di questi Musei per condividere e raccontare essi stessi la storia del Rinascimento e dell’eccellenza dell’arte fiorentina, italiana e del mondo" - ha dichiarato
il Direttore dei Musei del Bargello, Paola D’Agostino. I Musei del Bargello comprendono ben cinque gioielli monumentali (Bargello, Cappelle Medicee, Palazzo Davanzati, Orsanmichele e Casa Martelli), ciascuno con una propria storia e identità ma tutti saldamente legati tra loro da una fitta trama di connessioni e rimandi storico-artistici. I cinque musei sono inoltre i luoghi privilegiati attraverso i quali scoprire, leggere e ammirare, attraverso le sue testimonianze scultoree, la storia dell’arte rinascimentale fiorentina nel suo nascere e divenire.
Il 2019 è sarà un anno di grandi iniziative: verrà, infatti, nominata una Commissione artistica, composta da personalità illustri del mondo della cultura, che avrà il compito di vagliare e selezionare le proposte culturali che saranno presentate all’interno di un bando pubblico. Sarà inoltre sviluppato un programma didattico per meglio collocare i musei nella loro funzione primaria di educazione al patrimonio, realizzata anche secondo le più moderne forme di mediazione di conoscenza. Tra visite guidate e laboratori didattici si sta pazientemente costruendo una rete di potenziali visitatori futuri e, soprattutto, si sta conducendo una campagna di conoscenza e divulgazione del nostro patrimonio, in forme più tradizionali e in forme di comunicazione digitale. Particolare attenzione verrà riservata ai temi dell’inclusione e dell’accessibilà attraverso appositi laboratori multisensoriali destinati alle persone ipovedenti. Ancora... Una nuova segnaletica di orientamento per i visitatori e delle didascalie aggiornate verranno realizzate all’interno del Museo delle Cappelle Medicee sviluppando un modello informativo che verrà quindi esteso agli altri quattro musei.
Parlando di mostre, è prevista, per l’autunno 2019, al Museo Davanzati l'esposizione, Bellezza, arte e ornamenti nobili nella moda del Seicento, che sarà allestita negli spazi rinnovati del loggiato d’ingresso e comprenderà una selezione degli stessi disegni, alcuni pregevoli dipinti raffiguranti personaggi con abiti corredati da merletti e ricami secondo la moda del tempo. Inoltre, sarà proposta una selezione di raffinati manufatti tessili provenienti dalla collezione permanente del Museo. Nel frattempo, sempre a Palazzo Davanzati, è appena stata inaugurata la mostra, organizzata in collaborazione con la Fondazione Memofonte, Firenze Ferita e il Ponte Santa Trinita, dedicata al rapporto tra Maria Fossi e Paola Barocchi durante la seconda guerra mondiale, che si concluderà il 17 febbraio. L’impegno espositivo più ampio e ambizioso del 2019 sarà sicuramente la mostra dedicata ad Andrea del Verrocchio, maestro di Leonardo, organizzata dai Musei del Bargello e dalla Fondazione di Palazzo Strozzi, in collaborazione con la National Gallery di Washington, in programma dall’8 marzo al 14 luglio 2019. Nei primi mesi del 2019 verranno presentati al pubblico due importanti cataloghi dedicati ad altrettante pregevoli collezioni: Il Tesoro delle Cappelle Medicee curato da Monica Bietti e dedicato alla collezione dei reliquiari esposti al Museo delle Cappelle Medicee e Gli Avori del Museo Nazionale del Bargello, curato da Ilaria Ciseri e che illustra e approfondisce questa ricca collezione museale del Bargello. Infine al Museo di Orsanmichele verrà organizzata un giornata di studio dedicata ad allestimenti museali in complessi monumentali, in previsione della gara di progettazione per i grandi lavori ad Orsanmichele.

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Tempo di primavera. La sentita nell'aria (1)? Certo, il clima benché già più mite, non è ancora però stabile ma il profumo di erba fresca e di magnolia, anche per chi vive in città, inizia a solleticare, facendoci star meglio e invitandoci a trascorrere più ore all'aria aperta.
Ma primavera significa altresì countdown dell'evento più importante dell'anno per chi, come noi, si occupa anche di arredamento e design. Il momento del Salone del Mobile m...

FoodMoodMag utilizza cookies proprietari di tipo tecnico e cookies di tipo Analitico ( Google Analytics ) per migliorare la navigazione. Cliccando sul pulsante "Accetto" dai il tuo consenso e permetti a FoodMoodMag di salvare questi dati sul tuo computer.