16lug 2019
Toscana - “In wine the truth” : vino, cinema e architettura insieme per stupire
Dal 25 luglio al 15 ottobre, una serie di eventi da non mancare

Vino, architettura e cinema, cosa hanno in comune? Molto se si considera un progetto di grande appeal promosso da ProViaggiArchitettura e Toscana Wine Architecture in collaborazione con Milano Design Film Festival (1 - 2). Stiamo parlando di  “In wine the truth”, un cartellone di appuntamenti che ha come protagonisti proprio questi 3 ambiti, tutti di ugual fascino. Un dialogo tra la prima e la settima arte, allietato dalla degustazione di vini di grande qualità, immersi in un contesto che non è neutro, ma contribuisce al significato del contenuto. Ogni evento porta alla scoperta di una cantina, della sua storia e dei suoi prodotti e, per sottolinearne l’unicità, ad ognuna sono stati abbinati una parola e un film che corrispondono a un’attitudine, a uno stato d’animo.

Ma cosa prevedono le serate? Visita guidata della cantina, degustazione di Bacco con assaggio di prodotti tipici e, naturalmente, la visione di un film sull'architettura.

Si parte il  25 luglio dalla Cantina Salcheto a Montepulciano con: “Bauhaus Spirit: 100 Years of Bauhaus” di Niels Bolbrinker e Thomas Tielsch, si prosegue il  2 agosto a Caiarossa, a Riparbella con: “Fallingwater. Frank Lloyd Wright’s Masterpiece” di Kenneth Love. L'8 agosto sarà la volta di Rocca di Frassinello, a Gavoranno, con il film: “Il potere dell’archivio. Renzo Piano Building Workshop” di Francesca Molteni; e il 22 agosto a Petra, in quel di Suvereto, verrà proiettato: “My Architect: il viaggio di un figlio” di Nathaniel Kahn, per chiudere il mese di agosto il 29 alla Cantina di Montalcino con: “Palladio” di Giacomo Gatti. Il 6 settembre si apre alla Fattorie delle Ripalte all'Isola d’Elba con: “Tobia Scarpa. L’anima segreta delle cose” di Elia Romanelli, e Volevo essere Walt Disney (Alessandro Mendini) di Francesca Molteni per chiudere il 15 ottobre a Colle Massari, a Cinigiano con: “Modern Tide: Midcentury Architecture on Long Island” di Jake Gorst (3 - 4 - 5).

Che siate, wine lovers, architetti, design addicted o inguaribili amanti del grande schermo, un’opportunità così intelligente e intrigante non è da perdere…

 

La quota di partecipazione è di 35,00 € e per gli architetti sono previsti 2 crediti formativi professionali. 

 

Per informazioni e prenotazioni:

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

In questi giorni caldi di agosto mi sono imbattuta in uno di quegli immensi Garden center che offrono soluzioni di ogni tipo per un giardinaggio prêt-à-porter. Veloce, spesso elementare: una sorta di giardinaggio "pigro" dove il nuovo giardiniere preferisce il colpo d'occhio, l'estetica, trapianti ossessivi a discapito di tempi, innesti, semina accurata, pazienza (1)...

Ma che ne è di ciò che mia madre mi ha sempre ripetuto? E cioè che mettere le mani nella terra crea una benefica dipendenza, tale da non poterne più fare a meno? (2...