28ott 2018
Siena - gli spazi affissionali ospitano oltre 28 scatti dal mondo
"Eyes Wide Open", da lunedì 29 ottobre fino a domenica 11 novembre

Tutti a Siena con il naso all'insù per vedere la prima mostra a cielo aperto "Eyes Wide Open" sui cartelloni pubblicitari normalmente destinati alle affissioni commerciali (1). Da lunedì 29 ottobre e fino a domenica 11 novembre, infatti, i manifesti di Siena si trasformano in una grande esposizione diffusa con protagoniste 28 fotografie di grandi dimensioni del Sipa (2 QiangChen_SmokingAnOldWoman). La singolare esposizione che occuperà gli spazi solitamente dedicati alle promozioni accoglierà alcune delle oltre 48 mila immagini che hanno partecipato all’edizione 2018 di "Siena International Photo Awards Festival" tra i concorsi di fotografia più partecipati a livello internazionale.
Un percorso espositivo, distribuito dal centro alla periferia della città, che raccoglie oltre 20 scatti da ben 156 Paesi di tutto il mondo. Gli autori? Fotografi professionisti, dilettanti e amatori divisi nelle 10 categorie tematiche: libero colore; libero monochrome; viaggi & avventure; persone e volti accattivanti; la bellezza della natura; animali nel loro ambiente naturale; architettura e spazi urbani; sport in azione; portfolio storytelling e schizzi di colore.
La mostra sarà un vero e proprio giro del mondo attraverso le immagini. Dalle istantanee dei Iupiat, i nativi dell'Alaska, la cui cultura si è sviluppata attorno alla pratica della caccia alle balene, ritratti di Kiliii Yuyan (3 - Yuyan_Inupiat_People of the Whale); fino al racconto della grande migrazione degli gnu e delle zebre nel fiume Mara in Africa, immortalate dall’obiettivo di Anup Shah (4 AnupShah_The Crossing). O ancora lo squalo balena di Gibuti, un angolo di Africa tutto da scoprire, che grazie allo scatto di David Robinson viene portato alla luce (5 DavidRobinson_SharkandMountains). E molto molto di più.

La grande mostra open air "Eyes Wide Open" è promossa da Simply Etruria Retail.

Maggiori info su:

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Che settembre strano, quante volte ve lo siete detti? Il mantra di tutti (credo) è e continua ad essere la parola "ripresa", la tanto citata ripartenza a cui ognuno di noi crede in modo diverso. Di certo c'è l'incerto, per usare un ossimoro. Sono tante le domande ancora senza risposta. Covid questo sconosciuto, come evolverà? Come sarà la scuola? E la "lotta alle classi pollaio"? Il sistema Paese riuscirà a reggere il collasso economico in atto? Come riprenderanno i grandi eventi tipo il Salone del Mobile o