Rudolf la prima dark kitchen sarda monoprodotto: polpette!

Raggiungiamo Matteo Achenza al telefono; l’idea di questa particolarissima dark kitchen gli è venuta, come potete immaginare, durante il lockdown

La cucina c’era, lo staff anche, la voglia di continuare, malgrado tutto, pure. Così Matteo (proprietario anche del locale Mangiogiusto) con il suo staff ha pensato ad un prodotto classico, goloso e che mancava nel panorama cagliaritano: sua maestà la polpetta (1 - 2), appoggiandosi ad una dark kitchen. “In questo modo si tagliano tanti costi di gestione”, mi dice, “e si può puntare sulla qualità delle materie prime”. Tante le tipologie di polpette a catalogo infatti, da quelle di carne a quelle di pesce, dalle vegetariane a quelle dolci (in tre varianti: pardula, tiramisù e nocciolata), sino ai panini (3) con le polpette. 

Tra le polpette (4 - 5) particolari quelle con il pecorino sardo dette Le truffatrici, le Sardegna, arrotondate con la mitica purpuzza di pecora, L’anatra in fazenda, polpette di anatra al rosmarino, Roma non fare l’indigeribile stasera, polpetta di pollo ai peperoni, la Vichinga, polpetta al salmone, Il capitano innamorato, a base di melanzane fresche, e poi la polpetta del mese, sempre diversa, sempre, mi assicura, molto golosa.

Insieme alle polpette vengono abbinati i contorni, a base di patate, verdure, e le salse di accompagnamento, molto sfiziose. Rudolf è frutto della creatività del team di Matteo: si tratta di un cuoco che, rapito dai pirati nel classico tempo del “c’era una volta” prepara le sue polpette leggendarie per tutta la ciurma, salvandosi così la pelle. Rudolf è una specie di Sherazade che cucina polpette a mo’ di storie, insomma, attorno a cui Matteo ha focalizzato la comunicazione social e in rete. 

La consegna, da asporto o delivery, avviene a Cagliari e centri limitrofi. In abbinamento oltre alle classiche bevande gassate, anche vini locali e birre sarde, del Birrificio Mezzavia di Selargius, del Birrificio di Cagliari e del Birrificio Rurale.

“Nel prossimo futuro”, mi dice, “ci sarà il Festival della polpetta, dal 26 luglio al 2 agosto, all'interno del locale MangioGiusto; una formula per far conoscere ancora meglio le nostre polpette, rendendole molto più leggendarie”.

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Il tempo per ripensare alle nostre vite è arrivato. Per forza, per scelta e magari anche per fortuna. Il nostro modo di spostarci, di consumare, di trascorrere le vacanze, di fare shopping. E, naturalmente, di rivedere casa, unico vero rifugio in un futuro ancora molto incerto. Vince la semplicità, la convivialità, la sicurezza, l'utile e meno il dilettevole o il superfluo. Così al via le ferie vicino a dove abitiamo: Il 93% degli italiani durante l’estate 2020 sceglierà come meta l’Italia, la percentuale più eleva...