11feb 2020
Ristorante - Sei Doggy Bag oppure no?
Bando allo spreco: i numeri di Coldiretti

Scagli il primo "cuore" chi per la sera di San Valentino non ha programmato una cena a sorpresa oppure concordata con il proprio partner. Luci soffuse, musica romantica, atmosfera da sogno e soprattutto un menu che sia originale e raffinato. Il 14 febbraio ricorre una volta sola all'anno e va "celebrato" con gusto e dedizione.

E che dire del post prandium? Stiamo parlando degli eventuali avanzi, che fare? Siete  doggy bag o piuttosto riservati? (1 - 2)

La prassi degli avanzi à porter è molto diffusa in altri Paesi a partire dagli Stati Uniti dove gli stessi Vip pensando, tra l'altro, al proprio amico a 4 zampe, non esitano a munirsi di shopper per portarsi via ciò che resta del pranzo o cena gourmet (3).

In Italia? Quasi quattro italiani su dieci (37%) quando escono dal ristorante prendono con sé sempre, spesso o almeno qualche volta gli avanzi con un contenitore ad hoc. L'analisi arriva dall’indagine Coldiretti/Ixe’ sugli sprechi alimentari degli italiani. Lo studio va oltre ed evidenzia che il 18% lo fa solo raramente mentre il 14% degli italiani ritiene che sia da maleducati, da poveracci e volgare o si vergogna comunque a richiedere la doggy bag. Infine c’è anche un 21% degli italiani non lascia alcun avanzo quando va a mangiare fuori mentre il resto non li chiede perché non sa che farsene. La nostra opinione è che la doggy bag non è solo cool ma anche intelligente e sopratutto in linea con uno stile di vita sostenibile. Molte delle porzioni avanzate possono essere consumate a casa, semplicemente riscaldandole oppure utilizzate come base per realizzare ottime ricette. In Italia è in vigore la legge 166/16 sugli sprechi alimentari che “promuove l’utilizzo, da parte degli operatori nel settore della ristorazione, di contenitori riutilizzabili idonei a consentire ai clienti l’asporto degli avanzi di cibo”. E ricordiamoci dei nostri pet: è indubbio che possano pure loro gradire, di tanto in tanto, un assaggio di tagliata o di spaghetti alle verdure (4 - 5) .

Sempre la Coldiretti sottolinea che con ogni famiglia italiana getta nella spazzatura cibo per un valore di 4,91 euro la settimana per un totale di 6,5 miliardi che sale notevolmente se si considera l’intera filiera dai campi alla ristorazione secondo il Rapporto 2020 dell’Osservatorio Waste Watcher di last minute market che segnala peraltro una riduzione del 25% dello spreco domestico rispetto all’anno precedente. 

 

QUANDO ESCE DAL RISTORANTE RICHIEDE LA DOGGY BAG CON GLI AVANZI?

Sempre, spesso, talvolta 37%

Raramente 18%

Non lascio mai avanzi 21%

No perché non è educato, volgare, da poveracci o mi vergogno 14%

Non saprei cosa farmene 6%

Non risponde 4%

Fonte: Indagine Coldiretti/Ixè

 

 

 

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Che colore sei? Anche se l'autunno vira su cromie come il marrone, l'arancione o il verde scuro, la Redazione ha votato all'unanimità per il rosa (1). Sì, proprio lui, emblema del romanticismo, della dolcezza, della femminilità, dello slow living. Ma il rosa è anche la tinta principe di quel nettare di Bacco particolarmente glamour e amato (non solo dalle donne) per il suo coté spesso fresco e fruttato, perfetto per accompagnare pietanze light come il pesce o come aperitiv...