13gen 2020
La Chef Collection di KitchenAid porta l'allegria e risveglia l'umore
Per piatti ricchi di gusto, equilibrio e creatività

Siete vittima del Winter Blues (1)? Il freddo, le giornate brevi e la poca illuminazione naturale possono influenzare l'umore, rendendoci apatici e svogliati. Ecco allora che creatività e manualità ai fornelli aiutano a migliorare lo spirito. L'importante è accendere la fantasia e sopratutto non farsi mancare i giusti allearti in cucina tra cui elettrodomestici e robot, performanti "sous chef" pronti ad assecondando le nostre idee gourmet. Come la Chef Collection di KitchenAid, di cui lo strepitoso Chef Touch, (2) un metodo di cottura a bassa temperatura che nasce dal concetto di “Sous Vide”, perfetto per cuocere a vapore alimenti freschi, insieme ai loro condimenti, in apposite buste chiuse sottovuoto, testate e completamente sicure. Questa soluzione permette di preservare tutte le vitamine, i minerali e l’umidità naturale dei cibi, mantenendone intatti sapore, consistenza e colore. Il sistema è composto da una Macchina per il Sottovuoto per conservare i cibi attraverso la tecnica Sous Vide, un Forno a Vapore per cuocere e scaldare gli alimenti, e infine un Abbattitore di Temperatura per congelarli e raffreddarli rapidamente.

Ma non finisce qui... Complice imperdibile anche Chef Sign, (3) l'altro sistema di cottura di derivazione professionale, che combina la tecnologia di un forno e le prestazioni dell’induzione, permettendo di sperimentare a casa diverse tecniche culinarie con il massimo della precisione e un controllo perfetto della temperatura. Le due Vasche da Cottura mettono a disposizione cinque diverse funzioni, a vapore, ad acqua-bollitura, a bassa temperatura, ad olio-frittura e arrosto, per accontentare i gusti, i desideri e le esigenze più differenti.

Un bel modo per sentirsi dei veri archi chef tra le mura domestiche. Con un pizzico di buon umore.

 

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

2020. Punto a capo. Si rincomincia, si svolta. Cosa ci aspettiamo? Un anno ricco di novità, di tendenze originali e inaspettate, di orizzonti tutti da scoprire, di linguaggi inediti dove la diversità sia una costante, ovunque e comunque (1). Questo è ciò che immaginiamo e che racconteremo, curiosi come sempre, variando la prospettiva in ogni momento, cercando di cogliere i germi, più o meno evidenti, del domani che verrà. E se volessimo indicare in una parola l'unico vero proposito da perseguire? No waste, due parole in realtà per non dimenticare l...