13nov 2019
Il pizza chef Cristian Tolu trionfa al Campionato Nazionale Pizza Doc 2019

Il maestro pizzaiolo di Quartu Sant’Elena Cristian Tolu si è classificato primo nella categoria Pizza in Pala e secondo nella categoria Pizza in teglia al Campionato Nazionale Pizza Doc svoltosi nel fine settimana (11-12 novembre) a Nocera Inferiore, in Campania (1 - 2).

La sua pizza fatta interamente di semola, con Mallone Irpino (un piatto contadino povero con erbe selvatiche e patate), Salsiccia fresca, Stracciatella di Bufala, Tarallo napoletano sbriciolato con mandorle ha stracciato gli avversari (3 - 4). 

Il Campionato Nazionale Pizza Doc, ormai giunto alla sesta edizione, ha visto la partecipazione di più di 350 pizzaioli e pizza chef provenienti da tutta Italia, con iscritti provenienti anche dall’Inghilterra, Irlanda, Spagna, Germania, Austria, Slovenia, Croazia ed altri Paesi, e oltre 30 aziende settoriali che hanno esposto la propria attività ed i propri prodotti all’interno dell’area Expo.

Il campano Gennaro Cirelli si è classificato Campione Nazionale Pizza Doc 2019. 

Organizzato dalla società “Giaccoli & partners”, l’evento è stato patrocinato dalla Regione Campania, Provincia di Salerno, Comune di Nocera Inferiore, da ConfCommercio Campania, Anicav e da molte associazioni di pizzaioli di tutto il territorio nazionale.

I giudici della competizione? Più di cento per valutare le oltre 1500 pizze suddivise in 12 categorie principali. A presiedere la giuria Barbara Guerra, ideatrice e curatrice della guida 50 Top Pizza e “LSDM”, con giornalisti, maestri pizzaioli, tecnici e food blogger. 

E Cristian Tolu, appassionatissimo di impasti e top creativi, l’ha spuntata su molti concorrenti, convincendo la giuria e portando a casa due coppe che faranno bella mostra di sé nella Pizzeria Brown che dirige da anni, coadiuvato dai suoi collaboratori. 

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Il tempo per ripensare alle nostre vite è arrivato. Per forza, per scelta e magari anche per fortuna. Il nostro modo di spostarci, di consumare, di trascorrere le vacanze, di fare shopping. E, naturalmente, di rivedere casa, unico vero rifugio in un futuro ancora molto incerto. Vince la semplicità, la convivialità, la sicurezza, l'utile e meno il dilettevole o il superfluo. Così al via le ferie vicino a dove abitiamo: Il 93% degli italiani durante l’estate 2020 sceglierà come meta l’Italia, la percentuale più eleva...