06apr 2019
Firenze cosa vedere? Le “Tele cerate” di Egisto Tortori
Arte e scienza si incontrano

Ora in mostra fino al 30 settembre 2019, la magnifica esposizione Le “Tele cerate” di Egisto Tortori presso il Museo della Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze (1 - 2). Unica collezione esistente al mondo che comprende ben 66 tavole parietali (3), pagine superlative di storia naturale, realizzate dall’ultimo ceroplasta de “La Specola” (1870-1876) finalmente visibile dal pubblico grazie alla curatela di Laura Faustini e Stefania Lotti. Si tratta di veri e propri stendardi, di tela di canapa, inglobata in un film di cera nera, che raffigurano fiori, piante, invertebrati, parti anatomiche, reperti visti al microscopio e ancora vulcani, morene, fossili, dipinti con l’impiego di pigmenti in sospensione oleosa, stesi a pennellate cariche di colore (4 - 5 - 6). Un corpus unico nel suo genere in uno straordinario binomio di Arte e Scienza dove l’intento estetico e quello didattico trovano una sintesi armonica nella perfezione esecutiva delle immagini e nella fedeltà dei timbri cromatici. Le tele sono le uniche opere eseguite con questa tecnica dall’Officina Ceroplastica, fondata nel 1771 presso l’Imperiale e Regio Museo di Fisica e Storia Naturale di Firenze conosciuto come “La Specola”, di cui Egisto Tortori (1829-1893) fu l’ultimo modellatore. Figura di primo piano nell’arte della lavorazione della cera entra a quindici anni come apprendista nel laboratorio della “Specola”, sotto la guida di Luigi Calamai (1800-1851) dove acquisisce la padronanza e la competenza sufficienti da renderlo un ceroplasta di alto livello.

Donatella Lippi, Presidente della Fondazione, esprime così la propria soddisfazione: “da tempo in attesa di essere valorizzate e di poter esibire il loro nitore, le tele cerate del Museo della Fondazione Scienza e Tecnica sfoggiano lo splendore dei disegni e dei colori, che si stagliano sul fondo nero in un piacevole contrasto. Con orgoglio, la Fondazione, depositaria di questo materiale, ne è custode, e, con grande senso di responsabilità, finalizza il suo impegno alla sua conservazione e valorizzazione. Questa iniziativa rende, quindi, visibile un patrimonio di eccellenza, offrendolo a Studenti e Studiosi, Fiorentini e Stranieri, e valorizzando non solo il Museo della Fondazione, ma l’intera tradizione della didattica scientifica ottocentesca”. La pubblicazione, a cura di Laura Faustini e Stefania Lotti, così come la mostra, è edita da Nicomp Laboratorio Editoriale (Firenze) e propone, in una veste editoriale gradevolissima, il catalogo completo delle “tele cerate”, con immagini particolarmente suggestive.

La bellissima mostra è stata resa possibile grazie al contributo dei Rotary Club Firenze Ovest e Firenze Sud e del Distretto 2071.

Apertura mostra

7 aprile - 30 settembre 2019

Orario:

15 settembre – 14 giugno | lunedì-venerdì 10.00-14.30; sabato – domenica 10.00-18.00.

15 giugno – 14 settembre | martedì – domenica 10.00-13.00; chiuso lunedì.

Museo della Fondazione Scienza e Tecnica

Via Giusti 29, Firenze

Informazioni:

Telefono : 055 2343723

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Il tempo per ripensare alle nostre vite è arrivato. Per forza, per scelta e magari anche per fortuna. Il nostro modo di spostarci, di consumare, di trascorrere le vacanze, di fare shopping. E, naturalmente, di rivedere casa, unico vero rifugio in un futuro ancora molto incerto. Vince la semplicità, la convivialità, la sicurezza, l'utile e meno il dilettevole o il superfluo. Così al via le ferie vicino a dove abitiamo: Il 93% degli italiani durante l’estate 2020 sceglierà come meta l’Italia, la percentuale più eleva...