01mag 2019
Casa dolce… pet!
L’interior secondo Felix

I gatti, si sa, di indole curiosa, amano stare alla finestra (1) e… scrutare il mondo. Al via dunque punti di osservazione a ridosso di finestre grazie a supporti come sedie, scaffali o tavolini. 

Lo sapevate che i gatti hanno una visione a 200 gradi, a differenza dell'uomo che si ferma a 180? Ciò significa che amano stare in alto (2): bene, quindi, mensole che girano per tutta la stanza e a scale su cui arrampicarsi.

Prese elettriche e fili off limits. Meglio limitare fili elettrici, rendendoli meno raggiungibili possibile, magari nascondendoli con apposite canalette o mobili. Il rischio è palese così come per i bambini di casa. Sempre in tema di "meno è meglio", ecco che anche le tonalità troppo accese delle pareti di casa, infastidiscono Felix.

Tana mon amour! I felini amano infilarsi in "tane" e per questo sarebbe conveniente dare loro modo di avere una "tana" in cui rifugiarsi e "sparire", tuttavia osservando i movimenti della casa. Un‘idea? Un semplice cartone con un foro di entrata.

L’ora di svago è d’obbligo, almeno una volta la giorno. Ecco che i gatti devono avere uno spazio a disposizione dove potersi divertire con tronchi d’albero, tiragraffi, palline e scatole varie (3). Bastano un po’ di fantasia e la complicità del padrone.

La casa troppo green non fa bene al micio di casa. I gatti amano "cibarsi" delle punte di molte piante. Meglio quindi tenerle a distanza, sopratutto perché molte tipologie anche comuni come ad esempio la Stella di Natale sono estremamente nocive se ingerite.

E infine… A tutta domotica! Stiamo parlando della nuova sfida del design a misura di pet. Come le telecamere che rendono possibile l'interazione con il proprio animale da remoto, tranquillizzandolo se ci sono problemi o semplicemente facendogli compagnia.

Questi e altri preziosi suggerimenti arrivano dagli esperti di Ca’ Zampa di cui abbiamo già parlato il 9 dicembre 2018 QUI, il primo gruppo di centri che offrono servizi veterinari oltre che per il benessere a 360 gradi degli animali da compagnia. Ne è infatti nato un decalogo per aiutare chi sta cercando casa, ma anche chi già ne ha una, che sia completamente a misura di pet.

“I pet sono entrati a tutti gli effetti come membri delle nostre famiglie e della nostra comunità e a loro dedichiamo buona parte del nostro tempo libero e delle nostre attenzioni” - spiega Giovanna Salza, Presidente di Ca’ Zampa - “Cambia la cultura della relazione con loro e anche gli spazi condivisi vengono progressivamente ridisegnati a misura di pet. La conoscenza etologica dei diversi animali ci aiuta nelle scelte degli arredi, dei materiali, dei colori e delle fragranze da usare nelle nostre case. Infatti, più stanno bene i nostri pet e più assicurano benessere a tutta la famiglia”. 

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Eccoci scivolati anche un pò bruscamente nel fresco autunnale (1), quello che "chiama" il tepore di indumenti più pesanti o il fuoco acceso di un camino. Ritornano riti domestici come il cambio di stagione del guardaroba o la messa a dimora delle piante "non rustiche".  E poi c'è il food che come ogni fase dell'anno si veste di connotati diversi: l'uva sale alla ribalta, insieme al delizioso caco. E che dire dei funghi? Dai finferli, agli ovoli, ai porcini (2). Le castagne e le zucche per vellutate saporite e corroboranti (3). Se siete dei cultori dell'insalata, eb...